Home Politica italia politica Zinga al Parlamento, si vota in Regione a novembre
Zinga al Parlamento, si vota in Regione a novembre

Zinga al Parlamento, si vota in Regione a novembre

105
0

non ci sono conferme ufficiali, anzi stando all’ufficialità fin qui ci sono solo smentite. Ma non così convincenti da cancellare la voce che circola con insistenza in queste ore nella capitale, e che è finita già sulle cronache romane: il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sta valutando le dimissioni anticipate per candidarsi alle politiche del 25 settembre.

Un approdo in parlamento, per lui, era scontato, alla fine del suo secondo mandato che sarebbe scaduto in coincidenza con il voto nazionale. Ma tutto questo era vero prima della caduta del governo Draghi. Ora l’accelerazione cambia il timing. E il presidente in queste ore sta valutando se dimettersi all’atto di accettazione della candidatura, una volta depositate le liste del Pd.

In realtà il cambio di vertice in regione potrebbe rallentare. Per legge Zingaretti potrebbe aspettare la proclamazione, quindi ottobre. Poi avrebbe novanta giorni per optare e altri novanta giorni per mandare al voto i cittadini del Lazio.

Ma Zingaretti non avrebbe intenzione di tenere i piedi in due scarpe, con il rischio di essere investito da una campagna di attacchi dei tanti avversari. Molto più probabilmente la sua scelta cadrà sulle dimissioni subito, cioè il 25 agosto, e questo consentirà di far tornare la regione al voto già a fine novembre o al massimo i primi di dicembre.  (editorialedomani.it).

(105)