28 Novembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo,volontariato come “lavoro non retribuito”: “Ringraziamo la Ciambella per l’attenzione, ma il pd a livello nazionale favorisce lo sfruttamento del lavoro”, i Comitati di Lotta per il Lavoro rispondono alla capogruppo Pd

2 min read

Cittapaese.it nei giorni scorsi ha evidenziato un problema “scandaloso”, il volontariato come “lavoro non retribuito”, in forte espansione: in città: la capogruppo del Pd Luisa Ciambella si è mostrata sensibile al tema, inviandoci una nota che abbiamo pubblicato, cui ogni rispondono i Comitati di Lotta per il lavoro cittadini che oggi sabato organizzano un incontro al Cosmonauta di Viterbo. Ci saremmo augurati la nascita di un contraddittorio anche vivace e polemico, ma di confronto, costruttivo,  perchè più che le posizioni di principio a noi interessa migliorare da subito le condizioni dei giovani volontari non pagati, ma ognuno è libero di pensarla come vuole, quindi pubblichiamo l’intervento dei suddetti comitati così come pervenutoci, eccolo di seguito:   

Gentile Signora Ciambella ,
apprezziamo che dopo anni che cerchiamo di mettere in luce la questione del lavoro gratuito nella nostra città , finalmente anche nell’ambito della politica istituzionale, venga preso in considerazione questo problema.
Tuttavia non possiamo fare a meno di farle notare che quando lei era vicesindaco (13-18) gli eventi targati caffeina sia estivi che invernali hanno sempre usufruito in maniera massiccia di volontari , o comunque di personale non retribuito come gli studenti in alternanza scuola lavoro.
Come mai quando era nella posizione per poter contrastare questo problema, più che porselo, si impegnava per trovare il modo per finanziare la kermesse “culturale”?
E se a livello locale la situazione appare contraddittoria , a livello nazionale diventa eclatante: infatti con al governo il suo partito (pd) , è previsto nell’ambito delle 4 partite che si terranno in italia per euro 2020 l’arruolamento di un esercito di volontari non retribuiti.
Non si pensi che questo approccio sia un unicum o un’eccezione, di fatti questo modello é stato lanciato con Expo 2015, in pieno governo Renzi. Lo sdoganamento del lavoro gratuito proviene proprio dalla sua parte politica; anche l’alternanza scuola-lavoro é stata un’altra vostra trovata: non bastava permettere di reclutare dei volontari non retribuiti, bisognava costringere gli stidenti a lavorare gratis!
In merito alle sue conclusioni, ci sembra più che altro che lei non riesca ad individuare il cuore del problema, il sistema sociale-economico che genera tutto ciò: non si tratta infatti semplicemente di conoscere i propri diritti, ma di avere la forza di difenderli e conquistarne di nuovi. Basta pensare a quanto sarebbe importante riprendere le tutele che offriva l’art. 18, che proprio voi ci avete sottratto. E ciò non si ottiene educando ai diritti, ma lottando: una lotta a questo sistema e quindi anche contro di voi che rappresentate, tra gli altri, i nemici degli sfruttati.

Comitati Lotta per il Lavoro Viterbo

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.