Home Politica Viterbo, “Zingaweb”, il gazzettino stra-local cambia nome
Viterbo, “Zingaweb”, il gazzettino stra-local cambia nome

Viterbo, “Zingaweb”, il gazzettino stra-local cambia nome

1
0

Per tanti anni il webgazzettino stra-local più di regime e più letto dell’universo ha afflitto i suoi miliardi di lettori con i pesci d’aprile più stupidi mai concepiti da quando esiste questa amena consuetudine. Complice una pandemia che non induce certo allo scherzo goliardico, ci era sembrato che il Megadirettore e Megaeditore galattico, cresciuto a pane e virgole nelle celebri scuole giornalistiche di Viterbo e Varese (la famosa V2 dell’editoria), avesse finalmente rinunciato a questa decrepita abitudine. E invece no: ieri, 1 aprile dell’anno secondo pandemico, il Megadirettore e Megaeditore galattico ha messo a segno il suo pesce d’aprile più clamoroso. Talmente grosso e clamoroso che è sfuggito a tutti, tranne che a noi, che del webgazzettismo stra-local siamo, nostro malgrado, ermeneuti e storici.

Ieri, 1 aprile, nell’home page webgazzettino stra-local più di regime e più letto dell’universo, quattro o cinque news riguardavano un Nicola Zingaretti a tutto campo, dall’immondizia alla sanità pubblica, una l’assessore alla Sanità della Regione Lazio e un’altra l’assessore all’Urbanistica e tanto altro sempre della Regione Lazio. Oggi, 2 aprile, abbiamo finora contato due news zingarettiane e due news assessorili. Prima di sera, ci scommettiamo il consunto mazzo di carte napoletane del sindaco Arena (che, per non fare la figura del solito provinciale, loda anche lui lo Zingaretti monnezzaro ma non troppo), il presidente della Regione sarà nuovamente in pole position con quattro o cinque news, seguito a ruota dai suoi assessori (tra cui segnaliamo la new entry grillina Roberta Lombardi).

A questo punto, i lettori si chiederanno quale sarà mai questo clamoroso e misterioso pesce d’aprile escogitato dal geniale Megadirettore e Megaeditore galattico. Sul serio non l’avete ancora capito?

La chiusura webgazzettino stra-local più di regime e più letto dell’universo e la contestuale apertura del nuovo quotidiano on line “Zingaweb”. Un 1 aprile che non dimenticheremo mai. Speriamo che non lo dimentichino neppure cittadini e commercianti quando qualcuno verrà a chiedere loro il voto o l’acquisto di un banner pubblicitario.

(Peppino Pulitzer)

(1)