Home Cronaca Viterbo, viabilità per il taglio dei pini marittimi, veicoli in colonna fino alla Cassia Sud, ma Arena se n’è accorto?
Viterbo, viabilità per il taglio dei pini marittimi, veicoli in colonna fino alla Cassia Sud, ma Arena se n’è accorto?

Viterbo, viabilità per il taglio dei pini marittimi, veicoli in colonna fino alla Cassia Sud, ma Arena se n’è accorto?

0
0

Tutti i santi giorni  all’insegna del traffico in via Armando Diaz fino al bivio con la Cassia Sud.

Una lunga coda di auto, motocicli, autocarri ed autobus del Cotral tenta di attraversare da un punto all’altro la città nel più assurdo e caotico rallentamento dovuto ai “famosi” lavori per il taglio dei pini marittimi in Via Armando Diaz.

Mattinate e pomeriggi d’inferno per gli automobilisti viterbesi, in tilt anche le strade vicine che vengono prese d’assalto nella speranza di trovare una via d’uscita.

Così anche in Via Rossini, Via S.Maria della Grotticella, Via Santa Maria in Gradi, e Viale Raniero Capocci la fila dei veicoli diventa interminabile, bloccando così l’intera zona.

Possibile che nessuno degli amministratori di questa città, sia interessato ai cittadini? Non è accettabile che le persone che devono recarsi al lavoro, oppure accompagnare i propri figli a scuola, infine chiunque abbia necessità di transitare anche obbligatoriamente per le vie suddette, sia costretto a passare ore ed ore in coda aspettando di poter arrivare a destinazione!

Ci sono situazioni in cui a causa della lunga coda, i conducenti si trovano a subire il semaforo rosso anche per 5/6 volte procedendo a passo d’uomo.

Ma  chi è il responsabile della viabilità a Viterbo? Perchè nessuno interviene in aiuto dei cittadini  costretti a subire questa gravissima criticità?

Bisogna trovare una soluzione pratica, ed è buona norma preventivarla prima di iniziare tali lavori, non si può utilizzare una sola corsia di canalizzazione mantenendo il semaforo attivo in tutte le sue fasi! E’ inammissibile tutto questo.

F.M.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *