Home Politica Viterbo, verso le comunali, la nota: perchè ora l’alleanza di Forza Italia col Pd si può comprendere
Viterbo, verso le comunali, la nota: perchè ora l’alleanza di Forza Italia col Pd si può comprendere

Viterbo, verso le comunali, la nota: perchè ora l’alleanza di Forza Italia col Pd si può comprendere

5
0

Non ci sono novità ufficiali per quello che riguarda i nuovi candidati sindaco: il centrodestra, che pure a Viterbo ha un potenziale altissimo di preferenze continua a restare piuttosto imballato, a non trovare la quadra: nomi vincenti, una volta tiratosi fuori dall’agone Mauro Rotelli, non ne compaiono, le alleanze con popolo della famiglia e italexit sembrano intuizioni poco felici in grado di disorientare l’elettorato moderato, il piatto piange insomma e sembra strano a dire il vero, quasi nessuno volesse un combattimento aspro, una proposta forte.

Dall’altra parte abbiamo un centrosinistra centrato sulla figura della consigliera regionale Tronky Troncarelli e appoggiato dal vero dominatore della scena politica, il lukashenko dei cimini, Panunzi, che ha mezzi e voglia di vincere da vendere, un uomo solo al comando: ma questa sua leadership è incontrastata, nessuno ha provato ad opporvisi, e l’altra parte politica non sembra avere grande voglia di guerreggiare, ma più il desiderio di giungere ad una pace armata, ad un patto di non belligeranza.

All’interno di questo clima generalmente soporifero all’interno del centrodestra, senza che sia venuto fuori ancora un nome realmente vincente, appare meno astrusa e incomprensibile la decisione di Forza Italia di correre con il pd cui politicamente è sempre più vicino: certo deve arrivare ancora il placet definitivo da roma, ma non sembra traguardo impossibile.

In questo clima di non aggressione tra cdx e csx l’unica che potrebbe sparigliare le carte resta Chiara Frontini, la cui vittoria potrebbe creare un break di sistema di cui Viterbo, per il pluralismo delle voci e del dibattito democratico, avrebbe assai bisogno.

(5)