Home Politica Viterbo, Totobestemmiatore, chi sarà il consigliere comunale che ha “profanato” la sala del consiglio? Che uomo dignitoso sarebbe se chiedesse pubblicamente scusa
Viterbo, Totobestemmiatore, chi sarà il consigliere comunale che ha “profanato” la sala del consiglio? Che uomo dignitoso sarebbe se chiedesse pubblicamente scusa

Viterbo, Totobestemmiatore, chi sarà il consigliere comunale che ha “profanato” la sala del consiglio? Che uomo dignitoso sarebbe se chiedesse pubblicamente scusa

0
0

Un momento di nervosismo fuori controllo può capitare a tutti, anche se la bestemmia, a prescindere dalla laicità o dalla spiritualità di ognuno, è davvero una esclamazione volgarissima e odiosa, anche perchè irrispettosa nei confronti di universo intero di credenti.

Ieri il fattaccio è accaduto in consiglio comunale ed è stato forse il momento più basso che la storia politica cittadina ricordi: sarebbe apprezzabilissimo che l’autore di simile bassezza si facesse coraggio e ammettesse pubblicamente il suo errore: le scuse del presidente del consiglio, intervenuto subito bisogna dire a stigmatizzare l’episodio, non bastano.

L”episodio è sintomo di un mancato rispetto per le istituzioni che per una volta va affrontato seriamente; così come il look “marino” di molti consiglieri che sembrano intervenire dalla spiaggia o dal giardino di casa con t shirt di battaglia come se fossimo ad una riunione di amici al bar in villeggiatura.

Ma invece anche se realizzato via zoom quella è pur sempre una assemblea istituzionale, cambia solo la forma che diventa virtuale, il valore e il significato dovrebbero essere gli stessi.

Ma forse a lor signori interessa poco di interagire con la cittadinanza, perchè , come diceva Ignazio Silone, “Un cittadino ed un cafone difficilmente possono capirsi”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *