Home Politica Viterbo, Talete, la nota: l’ennesima “crisi narcisistica” di Alvaro Ricci, una replica imbestialita alla Ciambella per specchiare ancora il proprio ego online
Viterbo, Talete, la nota: l’ennesima “crisi narcisistica” di Alvaro Ricci, una replica imbestialita alla Ciambella per specchiare ancora il proprio ego online

Viterbo, Talete, la nota: l’ennesima “crisi narcisistica” di Alvaro Ricci, una replica imbestialita alla Ciambella per specchiare ancora il proprio ego online

0
0

Io proprio Alvaro Ricci non lo capisco: è stato assessore discusso per cinque anni, contribuendo non poco con la sua boria a rendere impopolare la giunta Michelini: ora come fosse un pentastellato della prima ora pontifica su tutto, propone idee vecchie, si autocita, si autoelogia, in un empito continuo e nevrotico di autocompiacimento.

E’ stato per molti anni fioroniano di stretta osservanza, ora è passato alla cosiddetta sinistra pd guidata dal consigliere regionale Panunzi che starà anche impegnandosi molto alla PIsana di certo i suoi collaboratori politici non li sa scegliere, gli fanno fare brutte figure in continuazione.

Vedi Alvaro Ricci che si lancia stamane sull’house organ dei zingarettian-panunziani in una invettiva, piuttosto sessista a dire il vero, contro la capogrupppo pd luisa ciambella colpevole, a suo avviso,  di aver presentato un odg per fini esclusivamente demagogici.

Mah, i toni sono molto ineleganti, un uomo anziano non dovrebbe mai  usarli nei confronti di una donna, il dibattito dovrebbe essere sempre di un certo livello, e non da bettola di provincia bolsa maschilista e arrogante, uno può essere d’accordo o non d’accordo, ma i toni da confronto civile vanno rispettati.

Questo a prescindere, anche se la Ciambella avesse detto le più clamorose fandonie di ogni tempo, deve avere sempre la possibilità di esprimersi senza essere insultata.

Nei problemi di Talete non mi inoltro, lo farò poi, non ho posizioni preconcette, non ho come molti miei colleghi padroni da adorare, noto che il dibattito politico si è inabissato a livelli vergognosi.

E che assistervi è diventato sempre più faticoso, faticosissimo.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *