Home Politica Viterbo, Talete, Arena dà il suo placet all’operazione trasparenza e ricompatta la maggioranza, un po’ di luce in fondo al tunnel
Viterbo, Talete, Arena dà il suo placet all’operazione trasparenza e ricompatta la maggioranza, un po’ di luce in fondo al tunnel

Viterbo, Talete, Arena dà il suo placet all’operazione trasparenza e ricompatta la maggioranza, un po’ di luce in fondo al tunnel

0
0

C’era una volta il partito di Talete, trasversale, che (quasi)  tutto il consiglio comunale abbracciava: a giudicare dalla presa di posizione del sindaco Arena (sì, proprio sua, ieri si è rivisto il primo  cittadino che uno sempre vorrebbe…)  non sembra esserci  più. Ora sulla società dell’acqua la maggioranza a palazzo dei Priori si è ricompattata e ha deciso di proseguire, sempre per quel che riguarda Talete, in direzione operazione trasparenza.

Una direzione già proposta da tempo immemorabile dalla consigliera pd Luisa Ciambella ben riassunta dal  di lei ordine del giorno presentato ieri, al punto 1 eccolo: “…. TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO,  SI IMPEGNA IL SINDACO DEL COMUNE DI VITERBO A, prima di ogni altra decisione sul management è irrinunciabile effettuare una fotografia della situazione gestionale della società partendo dalla analisi della “due diligence” fatta da Trevor nel 2014 e immediatamente disporre l’ aggiornamento della stessa affidandola alla stessa società o comunque a soggetto oggettivamente riconosciuto come leader nel settore garantendo la terzietà e l’oggettività dell’analisi. Non è possibile fare scelte così importanti senza la giusta consapevolezza che può venire solo ed esclusivamente da valutazioni tecniche oggettive e super partes”.

Arena sua sponte è tornato alla suddetta proposta,  a partire dall’anno 2014 (con Bonori presidente), cogliendo al volo l’importanza di un suo risolutivo intervento dopo la netta condivisione espressa sulla stessa dal capogruppo di Fratelli d’Italia Luigi Buzzi (in gran forma) e da quello della Lega Micci (capaci di mettere all’angolo il sempre polemico Ricci) e anticipando e neutralizzando un intervento di Giulio Marini che andava in tutt’altra direzione.

Il bonario ( e pessimo comunicatore fb, se abbandonasse i social gliene saremmo tutti eternamente grati) stavolta è stato tempestivo, pronto, finanche scattante nel comprendere che una operazione verità o trasparenza sulla Talete andava fatta, prima di qualsiasi idea di ripartenza: sono sembrati schierati a difesa di un sempre incomprensibile stallo e sempre decisi a provare a mettere in fuorigioco la testarda perseveranza della Ciambella (impresa non semplicissima…)  il mai sintetico capogruppo Pd Alvaro Ricci, l’ancora una volta evanescente monostellato Erbetti, l’arzigogolante vivaista Barelli e la sempre più criptica e svogliata Frontini.

Ma come non fare chiarezza su una società partecipata in simili condizioni, non stiamo parlando di un bene essenziale come l’acqua che riguarda tutta la cittadinanza?

Non ci dovrebbero essere visioni diverse su una operazione trasparenza, la presa di posizione del sindaco Arena stavolta ci lascia sperare in un cambio di passo di politica ed istituzioni al riguardo, l’ora sarebbe anche scoccata dopo tanti tentennamenti e nebulosi, interminabili nulla di fatto.

(p,b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *