Home Politica Viterbo sempre più in trance, solo Frontini everywhere, il resto è nulla, ma che angoscia
Viterbo sempre più in trance, solo Frontini everywhere, il resto è nulla, ma che angoscia

Viterbo sempre più in trance, solo Frontini everywhere, il resto è nulla, ma che angoscia

7
0

Giri per il centro di Viterbo, un altro negozio che chiude, il solito ottimo segnale: poi movimento pochissimo, nonostante la bella giornata, dice la gente sarà al lavoro, ma chi è che lavora veramente a Viterbo, siamo su percentuali bassissime, quindi il silenzio è proprio vuoto, non impegno, occupazione,  è il deserto vero.

Strade e piazze invase dai parcheggiatori selvaggi (Piazza della Repubblica sembra un garage a cielo aperto), poi vedi un po’ di gente raccolta, tutti zitti ad ascoltare la lezione del giorno, chi sarà mai? Ovviamente è una delle infinite conferenze stampa della Frontini, tra la portavoce civica e la guru per i suoi estimatori, parole che volano nel silenzio circostante, la vita se c’è è altrove.

La Frontini non si ferma mai, ha una organizzazione che funziona, tanta voglia di arrivare, ma vederla così, unica in movimento, mette un po’ d’angoscia, magari fosse possibile il confronto con qualche altra forza politica, anche acceso, polemico, vibrante, invece l’attivissima Chiara, non certo per colpa sua, è costretta ai monologhi, a calendarizzare incontri e conferenze open air senza avversari in campo.

E’ un quadro allucinante, quello delle comunali viterbesi, un quadro scuro e tetro che può portare dritto all’astensionismo degli elettori: vanno riattivati gli sconti dialettici, le battaglie per vincere la gara, va rimessa in circolo la politica.

Così viene solo il sonno o la voglia di prendere il primo volo per Malibu.

(p.b)

(7)