Home Cronaca Viterbo, Scuola, “Chiamali superflui i problemi della scuola”, l’insegnante Serena R. replica al ministro Azzolina
Viterbo, Scuola, “Chiamali superflui i problemi della scuola”, l’insegnante Serena R. replica al ministro Azzolina

Viterbo, Scuola, “Chiamali superflui i problemi della scuola”, l’insegnante Serena R. replica al ministro Azzolina

0
0
Un breve excursus di quello che è accaduto in ambito scolastico nel nostro paese da un anno a questa parte: poi c’è chi ha i prosciutti sugli occhi e continua a difendere l’indifendibile.
Secondo Azzolina quello che sta accadendo oggi nella scuola sono problemi superflui. In questo modo risponde alle critiche di una buona parte dell’opinione pubblica per i problemi che si stanno creando a seguito delle mancata consegna di oltre due milioni di banchi monoposto, per le nomine di tanti docenti precari in ritardo, per la gestione troppo differenziata del rientro a scuola in presenza e per l’innalzamento di contagi negli istituti scolastici.
I problemi sono questi e si sommano ad una serie di problematiche, atteggiamenti, cose dette e (non) fatte da marzo a fine settembre. Giusto qualche esempio:
🗣️) Si è vantata di una DAD che ha funzionato solo esclusivamente grazie ai docenti che hanno lavorato infaticabilmente talvolta 24 ore su 24.
🗣️) Ha continuato a vantarsi di una DAD che invece di portare dei vantaggi ha scavato un solco più profondo tra le famiglie disagiate perché sfornite di una connessione adeguata o di devices.
🗣️) Ha deciso inizialmente di investire sui banchi a rotelle, totalmente inutili ed inadeguati, ma utili per distrarre l’opinione pubblica dai problemi reali e chi aveva i mezzi adeguati.
🗣️) Ha preteso di mettere in cattedra NON Laureati.
🗣️) A quattro mesi dal termine dell’anno scolastico, ha garantito a tutti gli studenti la promozione all’anno successivo (per poi ritrattare a pochi giorni dal termine delle lezioni).
🗣️) Non ha ascoltato, per rimanere ancorata sempre sulle sue posizioni, i sindacati, i colleghi politici né tanto meno i suoi colleghi di partito, affidandosi solo esclusivamente a Max Bruschi, il suo fedele consigliere che ai tempi dell’ex ministro Gelmini, fu ideatore della riforma dei licei, artefice del taglio delle ore, di molte materie e della formazione delle famose classi pollaio.
🗣️) Ha favorito i dottorati piuttosto che i precari con servizio pluriennale nella scuola.
🗣️) Ha rifiutato di stabilizzare i docenti specializzati sul sostegno.
🗣️) Ha recitato il ruolo della vittima quando è stata criticata.
🗣️) Ha presenziato sempre in TV e in conferenze stampa senza contraddittorio.
🗣️) Si ostina a bandire concorsi in piena pandemia.
🗣️) Ha cambiato le regole del reclutamento del personale scolastico in maniera retroattiva.
🗣️) Ha modificato la procedura concorsuale per un inspiegabile odio verso i precari.
🗣️) Detiene un background niente male (due insufficienze nella prova finale per DS in inglese e informatica, copiando una tesi a fine iter) e pretende che “il personale faccia molto ma molto meglio di me!”
🗣️) Ha usato spiacevolmente le metafore come quella degli imbuti, ignorandone il significato.
🗣️) Ha concepito l’ordinanza n. 60 per il reclutamento dei precari tramite GPS creando non pochi problemi nell’attribuzione dei punteggi ai docenti che in maniera conseguenziale hanno generato rallentamenti nell’attribuzione delle cattedre.
🗣️) Ha favorito l’aumento dei ricorsi che avvantaggiano L’ANIEF al quale è legata lei e la sorella.
🗣️) Ha permesso l’invio di Mad solo a laureati triennale e diplomati, non inseriti in GPS.
🗣️) Ha calcolato che sui mezzi di trasporto si può essere contagiati dal covid solo dopo il quindicesimo minuto (in accordo con la Paola De Micheli )
🗣️) Ha deciso di assumere personale anti Covid, docenti e collaboratori scolastici, che in caso di lockdown saranno licenziati senza disoccupazione.
🗣️) Ha illuso l’opinione pubblica fornendo dei numeri relativi a delle assunzioni (vincitori dei passati concorsi) che ancora devono essere completate.
🗣️) Ha annunciato trionfalmente: “Chi non sa di avere la febbre non deve salire sull’autobus!”
🗣️) Ha letteralmente regalato la cattedra ad assegnisti che mai sono entrati in aula.
🗣️) Si è proclamata la persona giusta al momento giusto (e qui si ride di gusto).
Tutto ciò è stato detto e fatto per non prendere provvidementi seri come INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE (magari da marzo o aprile?) SULL’EDILIZIA SCOLASTICA PER FARE IN MODO CHE OGNI SCUOLA AVESSE UN PLESSO/AULE AGGIUNTIVE PER RIDURRE IL NUMERO DEGLI ALLIEVI PER CLASSE (12 almeno) E ASSUMERE E STABILIZZARE I DOCENTI PRECARI. Come minimo…
E questi sono i problemi “superflui”…
(sabrina ricci – insegnante  Viterbo)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *