Home Politica Viterbo, ritratti, “In memoria di mio padre”, la politica per la consigliera Cepparotti tradizione di famiglia
Viterbo, ritratti, “In memoria di mio padre”, la politica per la consigliera Cepparotti tradizione di famiglia

Viterbo, ritratti, “In memoria di mio padre”, la politica per la consigliera Cepparotti tradizione di famiglia

0
0

Per la sobrietà e l’efficacia dei suoi interventi in consiglio comunale e in V commissione, dove è presidente, la consigliera leghista Elisa Cepparotti ha già conquistato la stima di colleghi di partito e avversari alla sua prima elezione a palazzo dei Priori: “Non avevo pensato di candidarmi-confessa a cittapaese.it- ma fu mio padre, che purtroppo ora  non c’è più, a convincermi a farlo e adesso continuo in memoria di quello che mi ha insegnato in primis, il rispetto per la cosa pubblica e i cittadini”.

Figlia di un militante di Alleanza Nazionale di Bagnaia molto noto in città, la Cepparotti è affezionatissima alla sua “frazione” natale che è anche spesso al primo posto della sua azione politica: “Sono molto contenta di essere riuscita a far sistemare i giardinetti e a ritinteggiare la scuola elementare- sorride- per me è stato già tantissimo, fare qualcosa di pratico, di tangibile per la mia gente”.

Fautrice di una politica dei fatti vicina ai cittadini la mite, ma determinata Elisa non ama particolarmente la luce dei riflettori, ma la concretezza  e l’ascolto di chi ha bisogno più che le passerelle  sui giornali web: “Non sono una fan incallita dell’apparire sempre e comunque- conclude-credo che un eletto debba fare la sua parte per chi lo ha scelto, per questo non cerco in ogni caso la prima pagina, anche se ho massimo rispetto per il ruolo dell’informazione che definirei importantissimo: ma il mio obiettivo primario è venire incontro alle esigenze reali dei cittadini, tutto il resto viene dopo”.

(foto ontuscia)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *