Home Cronaca Viterbo, Rifiuti no limits, quando il gioco si fa duro i Teneroni si inc…..
Viterbo, Rifiuti no limits, quando il gioco si fa duro i Teneroni si inc…..

Viterbo, Rifiuti no limits, quando il gioco si fa duro i Teneroni si inc…..

0
0

Le parolacce e le volgarità non sono certo una novità nella politica (non solo) italiana. Ben prima che Beppe Grillo fondasse un partito che ha, o meglio aveva, il “vaffa” tra i suoi capisaldi ideologici, parolacce e volgarità risuonavano chiare e distinte nelle aule parlamentari così come nel consiglio comunale del più piccolo centro italiano. Una volta persino un Presidente del Consiglio, intimando ai suoi contestatori di tacere, concluse la dura reprimenda con un c…o pronunciato a mezza bocca.

Quindi nessuna meraviglia, almeno da parte nostra, se The Mayor Giò, a proposito delle quintalate di immondizia che la Regione Lazio sta munificamente donando alla nostra provincia, dichiara allo zazzeruto Signorino Grande Firme di “Zingaweb” (la classica corda a casa dell’impiccato) di essere inc…..o.

A scanso di equivoci e soprattutto di ulteriori inc…….e (qui in città ultimamente non c’è quello si dice, e non in senso metereologico, un bel clima), riportiamo, debitamente virgolettata, l’inc…..a esternazione del leggendario politico Tenerone: “La scelta da parte della regione Lazio di continuare a portare a Viterbo i rifiuti di altre province non solo mi vede contrario, ma anche incazzato, perché sono 10 anni che il comune di Roma e la regione non riescono a trovare una sintesi, risolvendo i loro problemi. Da quando è stata chiusa Malagrotta sono entrati nel caos più totale. Con le ultime province dell’impero lì a risolvergli i problemi.

Questo è”. Zinga è avvertito: quando il gioco si fa duro, i teneroni si inc…..o.

(Piero Cambronne)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *