Home Politica Viterbo, Ricci il filo-piazzacrispino e le sue vetero-assessoriali passioni, cronache di un pd stra-local sempre più “museale”
Viterbo, Ricci il filo-piazzacrispino e le sue vetero-assessoriali passioni, cronache di un pd stra-local sempre più “museale”

Viterbo, Ricci il filo-piazzacrispino e le sue vetero-assessoriali passioni, cronache di un pd stra-local sempre più “museale”

0
0

Dopo la segretaria comunale del circolo Pd che invoca attenzione e interventi immediati per i commercianti del centro storico, ecco che il capogruppo al comune Ricci, noto per i suoi lunghi soliloqui in consiglio con audience (anche dal vivo, non solo virtuale) non pervenuta, sul giornale di famiglia, da buon politico stralocal pontifica sul bilancio comunale augurandosi investimenti mutui e imperituri piani per la rivalutazione monumental-turistica cittadina.

Che poi torniamo sempre lì, al museo civico di Piazza Crispi (loro sono gente di cultura, mica persone qualunque) che l’ex socialista, poi popolare, poi post-diessino Ricci assai ama dal profondo del core  e tutt’intorno grazia vuol diffondere,  “area verde, parcheggi” e tutto quanto fa spettacolo.

Secondo l’insigne e maturo filo- piazzacrispino quindi il comune altro non dovrebbe fare che assecondare le sue giustissime ed indiscutibili esortazioni, anche l’Allegrini (per cui è previsto prima o poi un apposito consiglio contra-personam già rimandato una volta), in tutti i suoi uomini e donne,  dal sindaco al giardiniere.

E i suoi appelli-diktat già da giorni il gazzettino stra-local li anticipa, sparando a zero contro il museale degrado (e chissà perchè contro l’università da un po’ di tempo).

Come al solito tutto funzionerà ad orologeria nella provincia sempre più depressa, sarà già tutto pronto, attori, registi, comparse e mance?

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *