Home Cronaca Viterbo, Provincia, Coronavirus, a Tuscania si aspetta la riapertura dei parchi pubblici da una settimana
Viterbo, Provincia, Coronavirus, a Tuscania si aspetta  la riapertura dei parchi pubblici da una settimana

Viterbo, Provincia, Coronavirus, a Tuscania si aspetta la riapertura dei parchi pubblici da una settimana

0
0

Sembrava dovessero riaprire il 18 maggio, al massimo il 19. Invece, i parchi e i giardini pubblici tuscanesi rimangono chiusi in attesa di chissà che cosa.
Peccato, perché chi con le aree attrezzate e panoramiche ci lavora fa di tutto per farsi trovare preparato all’appuntamento.
Ben venga la riapertura in tutta sicurezza, ben venga la razionalizzazione della mobilità (anche se l’idea di un senso unico per le passeggiate mi sembra alquanto balzana), ben venga la possibilità di spostarsi senza dover compilare fastidiosi moduli, ma se poi non si riesce ad aprire (in sicurezza) il parco di Tor di Lavello, il giardino di viale Trieste e il parco delle Casacce (non mi è mai andato giù che venisse intitolato al Re di Maggio) che senso ha. Ora bisogna fare presto. 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *