Home Politica Viterbo, Provincia, Comitato Civico per Tarquinia: “Il sindaco Giulivi dimentica di indossare la mascherina come Salvini”
Viterbo, Provincia, Comitato Civico per Tarquinia: “Il sindaco Giulivi dimentica di indossare la mascherina come Salvini”

Viterbo, Provincia, Comitato Civico per Tarquinia: “Il sindaco Giulivi dimentica di indossare la mascherina come Salvini”

0
0

Come ormai ogni leghista che si rispetti, anche il Sindaco Giulivi segue pedissequamente le orme del suo capo politico Salvini.

Dopo le sue celeberrime dirette facebook (prontamente interrotte dai suoi adepti visti i penosi risultati), dove si era passati dal “moriremo tutti” alle critiche a comando al governo Conte sui bonus alimentari, peraltro mal gestiti dalla sua amministrazione, il nostro Sindaco non perde occasione per “dimenticare” l’uso della mascherina.

Prima si presenta alla festa di addio del commissario Manganaro, tenutasi in un noto ristorante locale alla presenza del festeggiato (che come uomo di legge dovrebbe sapere di cosa parliamo) in compagnia di altri sindaci del comprensorio tutti senza mascherina e non rispettando il distanziamento minimo raccomandato.

Poi insiste a farlo anche durante la cerimonia di apertura dell’accesso secondario a Palazzo Vitelleschi, anche qui con ampio servizio fotografico a dimostrare le sue negligenze, trastullandosi tra le mani la mascherina e addirittura abbracciando in posa le operatrici della Protezione Civile.

Evento questo peraltro sbandierato in pompa magna che non dice però che nel mese di luglio, sia il Museo che le Tombe Etrusche rimarranno visitabili solo il sabato e la domenica.

Ora la giustificazione sarà che queste due eccellenze del Patrimonio Storico artistico mondiale sono gestite direttamente dallo Stato che, tra smart working e pensionamenti, si ritrova con poco personale a disposizione.

La domanda Signor Sindaco però sorge spontanea: vista la sua tanto strombazzata in campagna elettorale promozione del turismo cittadino, non era meglio destinare risorse, anziché all’acquisto di moto d’acqua e quad costati un patrimonio, a far sì che studenti locali venissero affiancati al personale del Mibac, almeno per il periodo estivo?

O la cultura legista della ciliegia ha ormai preso il sopravvento anche a Tarquinia?

Ci risponda, come Movimento non mancheremo di fargliele recapitare al prossimo consiglio comunale, sperando che non le mangi durante  la discussione su importanti argomenti come il tracciato viola della trasversale e  la ZTL.

Movimento Civico Per Tarquinia

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *