Home Politica Viterbo, povero Bonucci, che “festa gli hanno fatto”, sarà fuggito a Torino sollevato: Arena ormai macchiettistico
Viterbo, povero Bonucci, che “festa gli hanno fatto”, sarà fuggito a Torino sollevato: Arena ormai macchiettistico

Viterbo, povero Bonucci, che “festa gli hanno fatto”, sarà fuggito a Torino sollevato: Arena ormai macchiettistico

11
0

E così persino l’omaggio al suo campione europeo Viterbo lo getta alle ortiche, organizzando una premiazione senza senso, gridata e mal scandita, come  nelle peggiori fiere di provincia depressa: imbarazzando persino un pazientissimo e ben disposto Bonucci, nell’occasione, con un sindaco che non riesce neanche a tartagliare qualcosa di senso compiuto ( e “incacaglia” sul cognome, “balbucci”) rispolvera la tigna e la pasta asciutta, diventando sempre più personaggio caricaturale.

Dopo interventi in consiglio comunale  da bambino di scuola elementare non studioso, l’evento allo stadio è stata una caciaronata pesante, retorica e mal condotta, all’ascolto e alla visione inguardabile ed  inudibile.

Ma dico, hai un campione da omaggiare, vuoi mettere su qualcosa di decente, c’è una istituzione comunale di mezzo.  Nulla, quattro amici nella solita bettola che urlano frasi senza senso davanti ad un tranquillo, ma esterrefatto Bonucci.

Un’altra pagina ingloriosa del più  tragico che comico momento storico cittadino, ma una vergogna istituzionale inenarrabile.

(pasquale bottone)

(11)