2 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, poveri sceriffi Rotelli, Bianchini, Fusco, i reati aumentano, altrochè, loro no, non sono John Wayne

1 min read

Eppure ce l’hanno messa tutta: aiutati dal braccio militante “fantasma” della destra cittadina, Viterbo Civica, i fratellitaliani Rotelli e Bianchini hanno a lungo evocato lo spettro di una presenza extracomunitaria facinorosa e violenta, proponendo misure straordinarie per la sicurezza: ed anche il senatore leghista “Felicetto” Fusco, tra una carbonara e una amatriciana, ha invocato spesso pubblicamente ordine, disciplina, riproponendo lo slogan-sovranista-campanilista “Prima i viterbesi”.

Eppure i reati a Viterbo sono aumentati del 2, 5 % e gli episodi più efferati hanno riguardato uno statunitense pazzo e due giovani militanti di un movimento neofascista.

Che succede al cdx viterbese? Anche quando mette in campo sceriffi motivati e autorevoli il crimine aumenta e i cocci sono del povero Arena: non sarà che forse per combattere la violenza magari è necessario oltre all’azione di polizia costruire una città meno degradata che abbia un minimo di sviluppo economico e di redistribuzione della ricchezza?

O forse è semplicemente che Fusco e Bianchini sono due ristoratori professionisti e Rotelli un ottimo manager politico, ma magari i film di John Wayne o di Clint Eastwood non li hanno guardati a dovere.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.