Home Politica Viterbo, politica e cultura, la nota, Filippo Rossi chiese il voto per le regionali a favore di Zingaretti in quanto “creatore di Caffeina”, ma la “Fondazione” per statuto era nata “apolitica e apartitica”
Viterbo, politica e cultura, la nota, Filippo Rossi chiese il voto per le regionali a favore di Zingaretti in quanto “creatore di Caffeina”, ma la “Fondazione” per statuto era nata “apolitica e apartitica”

Viterbo, politica e cultura, la nota, Filippo Rossi chiese il voto per le regionali a favore di Zingaretti in quanto “creatore di Caffeina”, ma la “Fondazione” per statuto era nata “apolitica e apartitica”

0
0

L’ articolo 1 (“la Fondazione Caffeina Cultura Onlus nasce senza scopo di lucro”) e 3 dello statuto della Fondazione Caffeina (“la fondazione non può distribuire utili, nasce apolitica ed apartitica ed è volta all’esclusivo perseguimento di fini di promozione culturale e solidarietà sociale”) lasciavano presupporre un attività sociale e culturale slegata dalla ricerca del profitto o del consenso politico-elettorale.

Eppure, in una intervista rilasciata a Tusciaweb, a firma Daniele Camilli, il 30 gennaio 2018 l’ideologo della “buona destra” (che vota a sinistra) chiedeva il voto per sè alle regionali come candidato della Lista + Europa di Emma Bonino, con la seguente motivazione:”La mia candidatura nasce in quanto direttore artistico della Fondazione Caffeina. Io ci metto la faccia in tutto quello che faccio. Il Filippo Rossi che sta chiedendo il voto è il Filippo Rossi che ha costruito Caffeina, che ha fatto Caffeina festival, che ha fatto Caffeina christmas village e che ha riaperto il teatro. E tutte queste cose sono costate una fatica enorme che è politica e non è nient’altro” e poi aggiungeva: ” Caffeina è una fondazione culturale che agisce politicamente perché cambia il destino di una città. La mia candidatura è nata in quanto creatore di Caffeina e non nonostante Caffeina. Non nascondendomi. E chiederemo il consenso anche perché abbiamo fatto Caffeina. Anche per quello”.

Quindi, per sua stessa ammissione, la Fondazione già nel 2018 svolgeva un ruolo politico e serviva ad attrarre consensi che andassero sia al suo fondatore che al candidato Presidente della Regione del csx Nicola Zingaretti.

(t.r.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *