Home Politica Viterbo, polemiche da sagra: “Achille Lauro mi fa schifo, dovrebbe stare in galera”, la risposta del senatore Gasparri alla (vecchissima) polemica del trapper con i Carabinieri: l’house organ della viterbesità ospita l'”oscurantismo omofobo” del politico
Viterbo, polemiche da sagra: “Achille Lauro mi fa schifo, dovrebbe stare in galera”, la risposta del senatore Gasparri alla (vecchissima) polemica del trapper con i Carabinieri: l’house organ della viterbesità ospita l'”oscurantismo omofobo” del politico

Viterbo, polemiche da sagra: “Achille Lauro mi fa schifo, dovrebbe stare in galera”, la risposta del senatore Gasparri alla (vecchissima) polemica del trapper con i Carabinieri: l’house organ della viterbesità ospita l'”oscurantismo omofobo” del politico

0
0

Cittapaese.it ha pubblicato per pura curiosità l’altro giorno un lancio di agenzia Adn che evidenziava la protesta del  sindacato di polizia più vicino alla Lega contro il rapper-performer Achille Lauro, reo  a quanto pare, prima di una esibizione al festival di Vulci di aver definito  “frustrati e falliti” i carabinieri dopo una perquisizione giudicata eccessiva in un video in verità piuttosto “fuori di testa” e accusatorio oltre il lecito (ma parliamo di una cosa di due anni fa).

Una notizia che noi pubblicammo più che altro come nota di colore: vero che Achille Lauro fu gravemente irrispettoso nei confronti dell’ Arma ed il suo stesso atteggiamento resta assolutamente da condannare, ma è anche vero che delle bizze degli artisti innervositi per una esibizione che va annunciandosi problematica, è piena la storia del rock, tantochè persino i carabinieri non diedero importanza alla cosa con grande signorilità, relegando il tutto alla tensione del momento.

Mai ci saremmo aspettati che l’house organ della viterbesità fosse salito sopra la notizia dandole uno spazio sproporzionato per qualche clic in più e addirittura ospitando un intervento in risposta di Gasparri di grande veemenza, estremamente offensivo nei confronti di Achille Lauro, che definisce “un pagliaccio che si deve vergognare, uno che inneggia alle droghe, che picchia i ragazzini che vanno ai suoi concerti e offende i carabinieri, è una vergogna che Salini (ad rai ndr) lo abbia fatto salire sul palco” e poi aggiunge “noi combattiamo questa gente che inneggia all’uso di stupefacenti, la rai butta i soldi per questi personaggi; abbiamo apprezzato Sanremo per Al Bano e i Ricchi e Poveri (lo sa Gasparri che entrambi non erano in gara? Diteglielo ndr) non certi eroi vergonosi;  Achille Lauro fai schifo, questi rapper moderni sono una schifezza, gente come loro dovrebbe stare in galera, ti denuncio e denuncerò tutti i guitti rai che ti offrono dei palcoscenici, i carabinieri onorano le istituzioni, non ti permetto di dire quelle cose su di loro”.

Forse neanche “verissimo” o del debbio avrebbero  ospitato una replica così reazionaria e oscurantista da parte di un rappresentante delle istituzioni: il moralismo di Gasparri sembra poi davvero offensivo e arrogante,  non certo la reazione secca e  indignata di un politico gentleman.

Ma è anche vero che se non accende così i toni Gasparri rischia la totale invisibilità mediatica: ovviamente l’house organ della viterbesità (proverbiale) ha dato un’altra volta dimostrazione di voler innalzare con i suoi articoli il livello del dibattito culturale cittadino, davvero unici come sempre.

(lauro achilli)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *