Home Politica Viterbo, pini e destini, Allegrini-Frontini, scoppia il confronto sul web gazzettino dei politici ultrà stra-local
Viterbo, pini e destini, Allegrini-Frontini, scoppia il confronto sul web gazzettino dei politici ultrà stra-local

Viterbo, pini e destini, Allegrini-Frontini, scoppia il confronto sul web gazzettino dei politici ultrà stra-local

0
0

L’eterno ritorno va in scena a Viterbo. Un redivivo Friedrich Nietzsche ha abbracciato piangendo Francesco Mattioli a Piazzale Gramsci? A quanto sembra ancora no, ma Viterbo in generale e Piazzale Gramsci in particolare sono realmente i luoghi deputati di un eterno ritorno che il grande filosofo tedesco sicuramente avrebbe spregiato. La disputa è ormai nota anche al sigaro meno pregiato del sottosegretario in pectore Battiston de Battistoni.

L’assessore Laura Allegrini vuole abbattere i pini che ornano Piazzale Gramsci e l’eterno (anche qui c’entra Nietzsche) candidato sindaco Chiara Frontini, forte tra l’altro di un parere del professore quasi Nobel Andrea Vannini, si oppone ferocemente alla decisione. Le due vecchie  nemiche (la folgorante carriera della giovane italiana Frontini, com’è noto anche alla matrioska meno pregiata del megadirettore galattico, iniziò con una feroce critica alle dichiarazioni un po’ castaiole dell’allora compagna di partito e senatrice) da qualche settimana si scontrano “in esclusiva”, a colpi di dichiarazioni, interviste, “Riceviamo e pubblichiamo” e dettagliate planimetrie, sulle colonne virtuali del webgazzettino stra-local più di regime e più letto dell’universo (che, a quanto si mormora, è riuscito a strappare questo grande scoop ai siti di “La Repubblica” e “Corriere della Sera”).

L’ultima (in ordine di tempo) puntata della disputa si è letta un paio di giorni fa sulle eterne colonne virtuali dell’eterno webgazzettino eccetera (a questo punto Nietzsche, sbraitando, ha dato carta bianca ai suoi avvocati per adire le vie legali) in una succinta cronaca a firma dell’eterno vetusto e pensionando Signorino Grandi Firme. Sostiene l’eterna candidato sindaco Frontini che l’eterna nemica senatrice-assessore-eccetera Allegrini, pur ferma nelle sue posizioni, ha accettato il confronto con lei. Sospiro di sollievo da parte della cittadinanza tutta, che non ne poteva più di trattenere il fiato. I

eri, mentre ci recavamo in una pasticceria del centro per acquistare i caratteristici dolci di Carnevale, abbiamo incontrato diversi amici e conoscenti a cui abbiamo comunicato la lieta novella della quasi certa salvezza dei pini a Piazzale Gramsci. Nelle loro facce abbiamo letto lo sconcerto e qualcuno è arrivato perfino a indicarci un bravo psichiatra di sua conoscenza. Ci siamo consolati pensando che anche Nietzsche, che non ha avuto la ventura di conoscere eterni webgazzettieri, professori quasi Nobel e politici stra-local, ai suoi tempi fu reputato un folle.

(Fabio Messalla)

foto lmc news

(0)