Home Cronaca Viterbo, Piazzale Gramsci mai riqualificata, e l’incolumità dei cittadini non interessa al Comune
Viterbo, Piazzale Gramsci  mai riqualificata, e l’incolumità dei cittadini non interessa al Comune

Viterbo, Piazzale Gramsci mai riqualificata, e l’incolumità dei cittadini non interessa al Comune

0
0

L’intervento dell’amministrazione comunale è per 608mila euro, le previsioni sono quelle di effettuare provvedimenti atti ad eliminare la pericolosità delle radici dei pini marittimi che ormai sono diventate invasive creando danni sia ai marciapiedi che alle carreggiate dove circolano i veicoli. Ma al momento tutto tace!

Nella zona di Porta Romana, vige una recinzione da cantiere posizionata lì da mesi ormai creando una grave turbativa per il traffico locale, dove i veicoli diretti in Via S.Maria in Gradi pur avendo il segnale verde del semaforo  sono costretti a rimanere incolonnati per ore con gli altri automobilisti diretti in Viale Raniero Capocci e costretti a repentini e pericolosi cambi di corsia. . File interminabili soprattutto durante l’ora di punta.

In Piazzale Gramsci invece, proprio nella corsia che permette l’inserimento dei veicoli provenienti da viale Trieste e Viale Raniero Capocci sul piazzale stesso, le radici  dei pini hanno fatto riaffiorare pericolosissimi pezzi di travertino e di cemento le cui cuspidi  possono costituire un grave pericolo per i motocicli ed i ciclomotori in caso di caduta accidentale;  non ci dimentichiamo del grave incidente avvenuto in altra città dove una giovane vita è stata stroncata proprio a seguito una situazione analoga e trascurata dall’amministrazione.

Vorremmo  quindi  sottolineare  che a tutt’oggi, viste le verifiche, le ipotesi, i piani di riqualificazione, gli studi di esperti, il tempo è passato e  la situazione è gravemente compromessa.

Urge una decisione ed una risposta immediata in merito alla messa in sicurezza e la pubblica incolumità dei cittadini!

 

G.M

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *