Home Politica Viterbo, nuova giunta a Montefiascone, oggi la presentazione della squadra della De Santis
Viterbo, nuova giunta a Montefiascone, oggi  la presentazione della squadra della De Santis

Viterbo, nuova giunta a Montefiascone, oggi la presentazione della squadra della De Santis

0
0

Nel Consiglio comunale di insediamento delle 10 di oggi, la neosindaca Giulia De Santis ufficializzerà la sua giunta. Una squadra di governo a trazione femminile, con quattro esponenti su sei: la sindaca e tre assessore, contro due uomini. In più, anche il parlamentino locale parlerà femminile, con la ex moderata Pd Carla Mancini, ora in Italia Viva, che, alla prima esperienza in Consiglio, sarà presidentessa: un ruolo di garanzia istituzionale, di equilibrio fra gli undici consiglieri di maggioranza (più il sindaco) e i cinque della minoranza di centrodestra, o meglio di Forza Italia e di Fratelli d’Italia, con la Lega che è rimasta fuori, dopo il duro diverbio tra il coordinatore salviniano Augusto Bracoloni e il candidato della lista Insieme, l’indipendente di centrodestra Andrea Danti.

 

In attesa di sapere tutte le deleghe, si ricorda che la neosindaca ha detto fin dal pomeriggio del 4 ottobre (chiusura delle urne) che “tutti gli eletti della maggioranza saranno coinvolti, e quindi avranno delle deleghe da amministrare”. Ecco, secondo quanto si è saputo per via informale, la nuova giunta, che dovrà amministrare Montefiascone fino al 2026: vicesindaca è la pentastellata Rosita Cicoria, eletta nelle file del Patto civico, che dovrà far quadrare i conti del bilancio; alla guida dei Servizi sociali ci sarà l’altra esponente del Patto civico, la ex Pd Giulia Moscetti, che gestirà anche il Commercio; la terza assessora, e anche la terza Giulia, è la 30enne Sciuga, che ha avuto le deleghe a Turismo e Sport; i due uomini sono l’ex sindaco (il più votato della lista Pd-M5s-civici di destra) Luciano Cimarello, che si occuperà di Lavori pubblici, Strade, Viabilità, Illuminazione, Verde pubblico, e l’ex leghista Angelo Merlo, che dovrà vedersela con lo Sviluppo economico e del territorio, e con il cimitero (a lui interessa soprattutto il lungolago, essendosene occupato per due anni nella giunta Paolini). La sindaca si terrà alcune deleghe, che non svela, e non dice neppure quali siano le deleghe degli altri della maggioranza. Si sa, però, che da un lato il consigliere decano Renato Trapè (74 anni) dovrà continuare nell’opera iniziata anni fa nell’ambito della Cultura e della valorizzazione della Via Francigena (“Avere un assessorato per me non ha alcuna importanza. Farò quello che so fare soltanto io. E lo dico senza iattanza”); e dall’altro il novizio Marco Frallicciardi, figlio del segretario Pd Vincenzo, si occuperà di Ambiente (depurato dei Rifiuti, che dovrebbe essere una delega che la sindaca ha tenuto per sé insieme ai rapporti con la società partecipata Villa Serena) e Politiche giovanili.  ( fonte alessandro quami/corrierediviterbo.corr.it).

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *