Home Politica Viterbo, Mauro Rotelli, da eroe “local” ad “oscuro parlamentare”, anche quando “prende” l’aereo non vola alto
Viterbo, Mauro Rotelli, da eroe “local” ad “oscuro parlamentare”, anche quando “prende” l’aereo non vola alto

Viterbo, Mauro Rotelli, da eroe “local” ad “oscuro parlamentare”, anche quando “prende” l’aereo non vola alto

0
0

Rotelli è stato bravissimo, dopo trascorsi politico-amministrativi anche burrascosi, a farsi eleggere in parlamento: è dalla sua elezione che aspettiamo segnali incisivi e chiari da parte sua a difesa del nostro territorio ed anche a livello di costruzione di proposte alternative all’esistente. Nelle ultime settimane è riuscito nell’impresa non facile di sfiorare e poi toccare tutti i luoghi comuni rimasti utopie nei decenni sullo sviluppo della Tuscia: trasversale, ora anche fotovoltaico, termalismo, ci è mancata solo la richiesta della diretta raiuno per il trasporto della macchina di Santa Rosa.

Ed  in questi periodi di pandemia che stanno letteralmente ammazzando economicamente Viterbo e provincia, oggi, come  membro della commissione trasporti della camera dei Deputati, ci fa pervenire un comunicato firmato Fdi perchè “il trasporto aereo è una componente fondamentale per l’economia nazionale e genera direttamente ed indirettamente quasi 4 punti di PIL. Per rilanciare l’Alitalia i relatori hanno condiviso l ‘esigenza di un piano industriale ,di un management in grado di rilanciare l ‘azienda e di non dividere gli asset aziendali solo con queste basi si  potrà dare un nuovo futuro alla Nostra compagnia di bandiera”.

Una cosa lontana anni luce dai nostri orizzonti, vidimata e comunicata così come un qualunque funzionario di partito che sbriga l’ordinaria amministrazione in ufficio.

Da eroe local a oscuro parlamentare che non riesce a dire una cosa originale che sia una (e noi che abbiamo sempre sospettato fosse sveglio e creativo):  e anche quando vorrebbe “prendere un’aereo per volare alto” resta in rampa di lancio e non decolla, figurati provare a volare alto.

(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *