Home Politica Viterbo, ma chi l’ha scelta la “Tronky”Troncarelli? Se l’è scelta da solo Lukaschenko
Viterbo, ma chi l’ha scelta la “Tronky”Troncarelli? Se l’è scelta da solo Lukaschenko

Viterbo, ma chi l’ha scelta la “Tronky”Troncarelli? Se l’è scelta da solo Lukaschenko

6
0

Adesso non è che uno vuole dare addosso alla Troncarelli, in fondo è una donna ancor giovane con le sue ambizioni, magari esagerate per le sue potenzialità, ma ognuno è libero di non avere l’esatta contezza dei suoi mezzi e dei suoi limiti: andatevi magari a rivedere da soli il video che gira sul web e che contiene il suo intervento nel corso della presentazione dell’altro giorno: ora Lukashenko potrà pure ridare la vista ai non vedenti e l’udito ai non udenti con i soldi della regione, l’assessore regionale non è’ parsa brillantissima, ha enunciato cose banalotte, con un tono finto stentoreo a dire il vero un po stra-local; ma insomma non è parso personaggio empatico, sicuro di sè, chiaro, piacevole da ascoltare o almeno interessante. Sinceramente no, è lì c’è il video,  le persone in buona fede non mi potranno smentire, l’effetto è deludente, la persona, con tutto il rispetto che si deve alla sua buona volontà, non pare all’altezza del compito.

Si vede chiaramente che non è un personaggio popolare, ma la delfina di un politico che però non deve aver perso molto tempo a farla crescere perchè il suddetto politico non vuole che chi è al suo fianco cresca, non sia mai, dovesse fare ombra all’autocrate, l’immenso, il salvatore della patria stra-local più stralocal che c’è sulla piazza.

Se la “Tronky” Troncarelli viene, come viene, da 10 anni di politica istituzionale, almeno dal vivo nei suoi interventi non si vede affatto, forse Panunzi prevede per lei un ruolo apparentemente di primo piano, ma poi invece puro gregariato, esecuzione di ordini, non altro.

Anche perchè la candidata sorianese a sindaco di Viterbo, proveniente da famiglia di Bassano  in Teverina (quindi una viterbese residente più che nativa, per volerla dire alla “fondamentalista pianoscaranese”), non è stata scelta da una coalizione, dai cittadini con le primarie, ma da un uomo solo al comando cui deve tutto.

E non sono i presupposti migliori per un candidato sindaco per dare il meglio di sè in completa autonomia.

 

(pasquale bottone)

(6)