Home Politica Viterbo, le cannonate di Sgarbi e il sindaco “disertore” che tace
Viterbo, le cannonate di Sgarbi e il sindaco “disertore” che tace

Viterbo, le cannonate di Sgarbi e il sindaco “disertore” che tace

0
0

Abbiamo letto tutti le dichiarazioni di Sgarbi su Viterbo dei giorni scorsi e tutti siamo rimasti esterrefatti non tanto dalle durissime parole del critico più polemico del fu Belpaese, che contenevano nel loro impatto a dire il vero sgradevole molti elementi di verità, ma dal silenzio di Arena.

La sua città viene definita a livello nazionale un paese rozzo e “plebeo”,  pessimamente amministrata, volgarotta e mal tenuta e il primo cittadino che fa? Tace, non avanzando neanche un abbozzo di difesa d’ufficio che gli sarebbe spettata anche solo pro-forma.

Ma per Arena contano evidentemente solo gli affarucci e le poltroncine con cui sta giocando a bingo con gli alleati, preferisce non reagire, ammettendo così colpe e demeriti d’un botto solo.

Un sindaco disertore che non si occupa della sua città e che la lascia bombardare e ferire a morte come se non gli appartenesse: almeno fosse un sindaco dimissionario o quasi uno capirebbe, ma per uno che intenderebbe  stare a palazzo a dispetto dei santi ancora per due anni è una dimostrazione di omertà inqualificabile.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *