3 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, la vera ndrangheta in città da più di dieci anni, Trovato boss legato al clan calabrese dei Gianpa

1 min read

Oltre ai silenzi ostinati, c’è sempre qualcuno che cerca di ridimensionare l’esplosione della mafia viterbese come fenomeno minore o residuale: ma invece si può dire tranquillamente che la ndrangheta aveva messo radici nel capoluogo da tempo. Il boss Giuseppe Trovato non è infatti un illustre sconosciuto, ma un componente di una nota famiglia di Lametia Terme legata da sempre al noto clan dei Giampa, quindi un rapporto stretto a quanto pare esistente a tutt’oggi: Trovato ha avuto sempre in questi anni la possibilità di avere l’appoggio della casa madre anche per, sembra, aiuti economici, uomini ed armi: di avere quindi un potere criminale vero e proprio in grado di condizionare, come ha fatto, la vita della città. Tanto che quanto emerso sinora potrebbe essere solo una parte, non esaustiva, di quanto successo: la scalata al controllo totale di Viterbo viene anche messa in evidenza dalle parole intercettate di Trovato che punta a condizionare la politica locale con tanto di giudizi tranchant su attuali amministratori comunali visti come il fumo negli occhi e poi spaventati con atti intimidatori. Il materiale non è poco su cui i carabinieri hanno brillantemente indagato e continueranno a farlo alacremente: la ndrangheta doveva essere una realtà da anni e chi parla di prima volta della mafia a Viterbo non è detto che non abbia una visione troppo ottimistica del quadro criminale cittadino.

(r.s.)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.