Home Politica Viterbo, la “stampa di regime” occupa arbitrariamente i banchi del consiglio comunale, indisturbata: le regole a Viterbo non valgono per tutti
Viterbo, la “stampa di regime” occupa arbitrariamente i banchi del consiglio comunale, indisturbata: le regole a Viterbo non valgono per tutti

Viterbo, la “stampa di regime” occupa arbitrariamente i banchi del consiglio comunale, indisturbata: le regole a Viterbo non valgono per tutti

0
0

E va bene che il parcheggio selvaggio è lo sport più praticato in città, ma le regole a Viterbo non si rispettano neanche nei palazzi istituzionali: nel fotogramma tratto dalla diretta live (e dunque di pubblico utilizzo) vedete un cronista dell’house organ della politica viterbese che conversa amabilmente con un rappresentante della cosiddetta opposizione di csx viterbese (il “liberista filipporossiano” Barelli) seduto comodamente su uno scranno della sala del consiglio.

Una “posizione” quella dell’inviato del “campione del web” occupata arbitrariamente in quanto le regole del consiglio vietano che l’emiciclo ospiti figure che non siano istituzionali nel corso delle assemblee cittadine.

Il suddetto cronista pare poi abbia fatto visita anche ai banchi della giunta sentendosi come a casa sua, indisturbato, mentre ad altri suoi colleghi veniva impedita la permanenza sui medesimi scranni.

Che forse i diritti degli operatori della informazione non sono uguali per tutti a Viterbo? Esiste forse una convenzione tra consiglieri comunali di maggioranza e opposizione e il giornale campione del web (local) che consente agli inviati di quest’ultimo di muoversi come meglio credono all’interno del palazzo?

Tutti i segnali portano ad una “stampa di regime” cui tutto è consentito, e sono segnali molto inquietanti.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *