Home Cronaca Viterbo, “La nuova rotatoria all’incrocio tra Cassia nord e Via Villanova è già nata male”, scrive a cittapaese.it Marco Valentini
Viterbo, “La nuova rotatoria all’incrocio tra Cassia nord e Via Villanova è già nata male”, scrive a cittapaese.it Marco Valentini

Viterbo, “La nuova rotatoria all’incrocio tra Cassia nord e Via Villanova è già nata male”, scrive a cittapaese.it Marco Valentini

0
0

Ecco il contenuto della mail inviataci da Marco Valentini 

Gentile Redazione,
intendo segnalare che la nuova rotatoria all’incrocio tra Cassia nord e Via Villanova è già nata male e rischia di congestionare ancor di più il traffico anziché renderlo più scorrevole, tra l’altro in una parte di città che tutto aveva bisogno tranne che di ulteriore caos.
D’accordo che le rotatorie servono per eliminare gli incroci a raso e fare il modo che la circolazione fluisca meglio, ma andrebbero progettate con criterio.
In questo caso, trovo completamente inutile e controproducente lo spartitraffico che chi percorre la Cassia diretto verso nord (cioè proveniente dal centro) si trova sulla destra. Per come è stato fatto, le auto si ritrovano canalizzate in una corsia molto stretta che fa da imbuto e questo, oltre al segnale di dare la precedenza a chi proviene dalla parte opposta della rotatoria già sta creando lunghe code nel tratto di Cassia davanti al cimitero.
Come si vede dalla foto, quello spartitraffico sembra del tutto inopportuno: ad esempio, si poteva utilizzare lo spazio per una seconda corsia dedicata a chi deve svoltare su Via Villanova. Che invece ora si trova costretto a seguire la stessa corsia delle altre auto che proseguono verso nord.

Un problema simile, pochi anni fa, si è creato qualche metro più avanti con la rotatoria presso la nuova caserma dei vigili del fuoco, che di fatto ha creato un imbuto. Le rotatorie di dimensioni più ristrette rispetto al resto delle sedi stradali non fanno altro che rallentare il traffico.
Ci vorrebbe maggiore attenzione a questi dettagli, altrimenti, pur con tutte le buone intenzioni, si rischia solo di peggiorare la situazione.
Grazie, cordiali saluti
Marco Valentini

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *