3 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, la nota: magari il problema di Viterbo fosse il villaggio di Natale invece che….

1 min read

Fanno un po’ tenerezza un po’ orrore i discorsi che si sono sentiti sul villaggio di natale post-caffeina: nostalgici del passato e nuovisti a discutere animatamente se fosse nato prima l’uovo o il christhmas village, a parlare di ripresa economica possibile, di crisi dei commercianti, se qualche casetta natalizia potesse risolvere i problemi strutturali di Viterbo.

Un modo come un altro per non pensare alla realtà, per far finta di niente, tra un parcheggio selvaggio e l’altro: sicuramente un Natale colorato e vario può rendere più leggero il clima piuttosto pesante che si respira in città, ma siamo alla parentesi felice eventualmente, nulla più.

Non si vedono invece spiriti coraggiosi che vogliano proporre idee davvero innovative per la città, spesso basterebbe anche un po’ di semplicità e di buon senso, non servirebbe un novello Leonardo da Vinci.

Invece tutti lì un po’ rassegnati, un po’ fatalisti, un po’ esasperati, un po’ “magari me la scampo andando via”, o giù di lì, a farsi bastare qualche piccola rendita per resistere.

Tanto ci sarà sempre qualcuno che rimetterà in mezzo l’utopia aeroporto e sarà bello pensarci per due ore intere andando a Roma in treno.

(ezio de fazi lupoli )

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.