3 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, la mentalità mafiosa, ecco il nemico numero uno

1 min read

Grazie allo straordinario lavoro dei carabinieri e agli arresti eseguiti, quel che più inquieta, oltre ai fatti criminosi, la “mentalità mafiosa” che ne viene fuori: una Viterbo pronta a chiedere aiuto al boss per risolvere un problema economico, ad approfittare del sostegno delle band criminali per sconfiggere l’avversario o il competitor, una Viterbo il cui tessuto sociale appare sfilacciato e corrotto. Si aprono le porte anche ai malviventi pur di ottenere il proprio, unico e solo, utile: un modo di pensare che poi porta anche a non rispettare il lavoro, a non reinvestire eventuali capitali in modo trasparente, a isolarsi da un senso di collettività cittadina.

Ed è questo l’aspetto più inquietante dell’intera questione, il diffondersi incontrastato della mentalità mafiosa, quasi in sostituzione della clientela politica in forte crisi, la resa dinanzi all’illegalità e alla assenza di regole morali.

Le istituzioni cittadine devono fare da guida in questa fase così difficile e complessa: e fornire motivazioni e indirizzi alla cittadinanza sconcertata.

(r.s.)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.