Home Cronaca Viterbo, la capitale del “parcheggio selvaggio”: sarà un Natale da incubo per una città terra di nessuno?
Viterbo, la capitale del “parcheggio selvaggio”: sarà un Natale da incubo per una città terra di nessuno?

Viterbo, la capitale del “parcheggio selvaggio”: sarà un Natale da incubo per una città terra di nessuno?

0
0

La capitale delle auto  e del parcheggio selvaggio, dove nulla si fa a piedi, ma tutto by car, si prepara al Natale: promettono di essere infernali queste festività per chi manterrà qualche minima ambizione da pedone, con la mancanza di senso comune,  di rispetto delle regole e del concetto di  autorità, vi immaginate in cosa si trasformeranno le nostre giornate? In un percorso ad ostacoli urbano, tra marciapiedi occupati (da auto), smog, scooter a caccia di spazi autonomi, macchine onnipresenti, onnipotenti, onnicircolanti e onniparcheggianti.

Ma l’obiettivo del comune pare sia stato quello di “riempire”, di “incasinare”, non di programmare, di organizzare, di disciplinare risorse, logistica e circolazione.

Viterbo capitale delle auto, del wild parking , del “se po’ fa”, del “faccio li cazzi mia”, del “facimmo ammunina”, del “sempre meglio il casino, il clima da sagra (di provincia pacchiana) che la solita noia almeno nelle feste”, del “ma ce ne annamo a fa na pattinata a piazza del teatro e dopo er giro der villaggio che famo?”.

Viterbo, città che una storia ce l’ha, ma preferisce nasconderla, meglio dimenticarla e trasformare il centro storico in un centro commerciale rumoroso e anonimo: ma tanto è Natale, “e na volta che se fa ‘na cosa, poi si dice che non si fa nulla”, e “magna su, che è festa” (ma perchè non se “magna” solo e sempre in questa città? Che altro si fa nel tempo libero’?”).

(r.s.)

 

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *