Home Cronaca Viterbo, invasione di turisti pakistani, proteste al lago di Vico
Viterbo, invasione di turisti pakistani, proteste al lago di Vico

Viterbo, invasione di turisti pakistani, proteste al lago di Vico

0
0

Esplode la polemica a Ronciglione per il turismo fai da te di centinaia di indiani e pakistani che nei week-end, soprattutto la domenica, partono da Roma per prendere d’assalto le spiagge del lago di Vico. A storcere il naso sono proprio gli operatori turisitici locali, indispettiti dal fatto che gli extracomunitari si portano dietro tutto da casa, senza spendere un euro tra gli esercizi commerciali del paese – dove transitano provenienti dalla Cassia – e nei dintorni del lago e, anzi, lasciando cumuli di immondizia che ogni lunedì vengono portati via dal servizio di raccolta rifiuti. Arrivano nella Tuscia a bordo di pullman turistici e si piazzano in località Arenari, nel tratto di spiaggia libera, che di recente l’amministrazione ha arricchito con un piccolo parco giochi e un’area destinata al barbecue. Una zona che, ad esempio, domenica scorsa è stata invasa dagli stranieri, scesi verso mezzogiorno dai bus (che hanno invaso peraltro entrambe le carreggiate), accompagnati da due autisti, uno dei quali peraltro sprovvisto di mascherina. Stranieri attrezzatissimi per l’occasione, con intere casse d’acqua, sacchi di pane, carne a volontà e bibite al seguito, acquistate direttamente nelle varie catene dei supermercati romani, con tanto di buste della spesa a confermarlo. (fonte corrierediviterbo.corr.it).

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *