Home Cronaca Viterbo, inizio lavori scuola Ellera, un problema ignorato dal comune per mesi, risolto solo per l’ attivismo della Ciambella e del Prefetto
Viterbo, inizio lavori scuola Ellera, un problema ignorato dal comune per mesi, risolto solo per l’ attivismo della Ciambella e del Prefetto

Viterbo, inizio lavori scuola Ellera, un problema ignorato dal comune per mesi, risolto solo per l’ attivismo della Ciambella e del Prefetto

0
0
Comunicato stampa del Comune di eri sera:  “Chiusa la scuola dell’infanzia Ellera, sita in via Venezia Giulia/piazza Gustavo Adolfo, dal 13 al 15 gennaio 2021 compreso. Lo ha disposto il sindaco Giovanni Maria Arena con apposita ordinanza (n. 2 del 12/1/2021) firmata nel pomeriggio di oggi. Il provvedimento si rende necessario per consentire alla ditta incaricata di effettuare le lavorazioni necessarie all’impianto di riscaldamento.
A seguito di sopralluogo effettuato presso la sede della scuola – si legge nell’ordinanza – è stata infatti riscontrata da parte della ditta incaricata della manutenzione e dai VV.FF, una temperatura interna inferiore a quella prevista dalle normative vigenti in materia. Sebbene il servizio di conduzione e manutenzione venga correttamente svolto da parte dell’impresa affidataria, risultano anomalie di funzionamento dovute a pregressi difetti di installazione che, seppur l’impianto di riscaldamento risulti acceso, non consentono allo stesso il raggiungimento di una resa ottimale”.
Il problema è che la situazione di estremo disagio per bambini e insegnanti dura da mesi, le mamme si erano raccolte quasi in comitato per esprimere la loro preoccupazione per la salute dei figli, ma politica e istituzioni pare non volessero ascoltare. Per la verità storica l’unica ad interessarsene fu la consigliera Ciambella che pose la questione sulla stampa facendo proprie le istanze delle famiglie.
Sfornando i giornali di metà dicembre gli articoli sono ben leggibili, ancora, e la mancanza di risposte fu evidente, la situazione non cambiò.
Le mamme continuarono a protestare, la Ciambella illustrò il problema in consiglio comunale, fin quando il Prefetto non prese l’iniziativa e commissariò di fatto la scuola costringendo il comune a correre ai ripari.
Un comune fino ad allora del tutto assente e insensibile al disagio di intere famiglie: ora Arena è stato costretto a dare il via ai lavori e Palazzo dei Priori di suo non ha scoperto niente.
Ora Arena farà qualche foto con le mamme, e il gazzettino-stralocal immortalerà lo storico momento: nessuno osi citare la Ciambella ed il Prefetto per il risolutivo attivismo.
Il comune aveva già tutto predisposto, a sentire loro, sì, l’ennesima brutta figura,  di un’amministrazione che non sarà certo ricordata per i suoi  meriti (il regime dell’informazione a viterbo va raggiungendo davvero livelli bielorussi):
(p.b.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *