Home Politica Viterbo, infiltrazioni criminali e legalità, il “partigiano” Arena assente in aula sull’emendamento Ciambella, la “mafia ancora non esiste”?
Viterbo, infiltrazioni criminali e legalità,  il “partigiano” Arena assente in aula sull’emendamento Ciambella, la “mafia ancora non esiste”?

Viterbo, infiltrazioni criminali e legalità, il “partigiano” Arena assente in aula sull’emendamento Ciambella, la “mafia ancora non esiste”?

0
0

Quando si discute di infiltrazioni mafiose,  di criminalità,  fenomeno dell’usura  e di conseguente opportuna battaglia per la legalità il sindaco Arena non c’è mai: la consigliera Ciambella ha proposto un emendamento per destinare fondi pubblici ad una  azione decisa nelle scuole tendente a diffondere la cultura della legalità e quindi a frenare il visibile aumento di una mentalità malavitosa a Viterbo,  di mancato  rispetto delle regole e della civile convivenza.

La Ciambella ha accennato alla mafia viterbese balzata alle cronache due anni  fa grazie ad una operazione dei carabinieri che ne ha evidenziato l’esistenza e il peso sul territorio.

Grave su un tema così importante per la vita democratica della città l’assenza del primo cittadino e di gran parte della sua giunta, evidentemente poco interessata a combattere l’emergenza criminalità.

Di supporto all’intervento della Ciambella quello del consigliere Barelli che ha ribadito la necessità assoluta che su un argomento così delicato le istituzioni si impegnino con maggior  forza e incoraggino il dibattito e la discussione in consiglio comunale.

La giunta ha comunque rigettato, come prevedibile, l’emendamento Ciambella, drammatico e sempre più preoccupante  il problema mafia sul territorio.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *