Home Politica Viterbo, “In ginocchio da Rico “, “esclusiva” intervista (?!) del gazzettino stra-local al consigliere regionale Pd
Viterbo, “In ginocchio da Rico “, “esclusiva” intervista (?!) del gazzettino stra-local al  consigliere regionale Pd

Viterbo, “In ginocchio da Rico “, “esclusiva” intervista (?!) del gazzettino stra-local al consigliere regionale Pd

0
0

Gianna Preda, grazie a un’intervista a Giorgio La Pira, provocò le dimissioni dell’allora ministro degli Esteri e leader democristiano Amintore Fanfani. Giulio Andreotti, invece, non si dimise, ma fu messo in forte difficoltà da un’intervista che il suo braccio destro Franco Evangelisti rilasciò sempre alla Preda. Oriana Fallaci, prima di abbracciare la causa dell’anti islamismo, era famosa per come passava alla griglia i suoi intervistati. Esemplare, a questo proposito, la sua polemica intervista all’ayatollah Khomeini.

La Signorina Grandi Firme che ha intervistato Rico il Grande sulle colonne virtuali del webgazzettino stra-local più letto dell’universo probabilmente ignora chi era e cosa abbia rappresentato per la storia (non solo) del giornalismo italiano Gianna Preda e della Fallaci sicuramente ricorda solo l’ultima crociata. Visto che ha la fortuna di lavorare per un megadirettore galattico che è stato anche professore universitario di storia del giornalismo, chieda a lui, che certamente conosce vita, morte, miracoli e opere di queste illustri colleghe.

In attesa della lectio magistralis illuminatrice, non possiamo però non notare come la Signorina Grandi Firme abbia, in realtà, una tempra non lontana da quella delle sue citate colleghe. E infatti mette subito all’angolo l’azionista di maggioranza del PD viterbese con domande vivaci e scomode come quella che apre l’intervista: “Un 2020 difficile e incredibile, che dire di più?”. Immaginiamo la fronte imperlata di sudore del dinamico consigliere regionale, che non si aspettava certo un incipit così duro. E, in un crescendo rossiniano o quasi, “In regione, è stato difficile gestire tutto questo?”, “Per quanto riguarda il suo impegno, di cosa va più fiero?”, “Un augurio per il 2021?”.

La Signorina Grandi Firme, di questo le va dato atto, non ha voluto ulteriormente infierire su Rico il Grande, quindi ha evitato domande su temi banalmente stra-local come la crisi dell’alleanza trasversale in provincia, i tanti problemi che affliggono la Talete e i dissensi sulla sua gestione del PD che provengono da una figura storica della sinistra viterbese come Maurizio Conversini. Voci di corridoio riferiscono di una burrascosa telefonata tra Rico il Grande e il megadirettore galattico. “E’ la stampa stra-local, bellezza!”, sembra abbia infine replicato il coraggioso giornalista all’indignato politico.

(Peppino Pulitzer)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *