Home Cronaca Viterbo, il megadirettore del web-gazzettino stra-local sta cambiando cavallo
Viterbo, il megadirettore del web-gazzettino stra-local sta cambiando cavallo

Viterbo, il megadirettore del web-gazzettino stra-local sta cambiando cavallo

10
0

Dopo aver finalmente acquistato e ristampato in una delle sue “storiche” curatele il “Vade-mecum del perfetto fascista” di Leo Longanesi, deve aver stimolato il magadirettore galattico del webgazzettino stra-local più letto dell’universo a prendere, o a riprendere, in mano gli sferzanti libelli che il fondatore de “Il Borghese” scrisse nel dopoguerra. Se “Il destino ha cambiato cavallo” (1951, mai ristampato) è un titolo che ben descrive l’attuale stato dei rapporti tra il megadirettore galattico e il PD di Panunzi (anche il comunicato pro ASL della Covidrisanata segretaria provinciale, al pari di quello della banda dei quattro del PCASL, è stato infatti celato tra le news meno importanti del webgazzettino stra-local più letto dell’universo), “Un morto fra noi” (1952, anche questo mai ristampato) potrebbe essere il titolo longanesiano più profetico sui futuri rapporti tra il megadirettore galattico e la dirigenza pro tempore della ASL.

Il morto di cui al titolo è Benito Mussolini, che Longanesi non seguì al Nord repubblicano e nazista, optando per il Sud monarchico e americano, ma rimpianse per tutto il resto della sua (breve) vita. Il megadirettore galattico, a differenza del compianto giornalista e scrittore di Bagnacavallo, non ha invece né ideali da seguire né morti da rimpiangere. Il suo ubi consistam è molto più concreto e prosaico. Come ben sa chi ha avuto la ventura di passare sotto le sue fruttuose forche caudine, le dirigenze ASL, i senatori e gli onorevoli, i partiti, i sindaci, i consiglieri comunali e regionali, i sindacati, le massonerie e le lobby passano, ma il megadirettore galattico resta. Longanesianamente parlando.

(Aleksandr Sacharov)

(10)