Home Cronaca Viterbo, “I fili elettrici, le scatolette, le tombine, ma che vole veramente Marietto? Ce semo sempre messi d’accordo”, er sinnaco e l’altolaziowebbe
Viterbo, “I fili elettrici, le scatolette, le tombine, ma che vole veramente Marietto? Ce semo sempre messi d’accordo”, er sinnaco e l’altolaziowebbe

Viterbo, “I fili elettrici, le scatolette, le tombine, ma che vole veramente Marietto? Ce semo sempre messi d’accordo”, er sinnaco e l’altolaziowebbe

0
0

Eccolo il nostro lettore  che non disdegna la scrittura inviarci un suo nuovo contributo a firma Vittorio Stress: 

 

Speramo d’inizià bene ‘st’altra  settimana! Le foto del tramonto e dell’alba ce l’ho messe su feisbucche, mo ho fatto ‘na foto insieme allo spazzino, operatore scatologico, come se chiama adesso (ha voluto pure che joffrissi ‘n caffe corretto, ‘sto ‘nfame!), che poi metto pe fà vedè che sò l’amico de tutti e ndormo mai come ‘l duce, ho preso pure du gratta e vinci… Speramo bene! Ciao, ciao… Oh, fateme portà la rassegna stampa da Marina, pure co’ ‘l articoli deli siti, specie de Altolaziowebbe, mi raccomanno… Covidde, ancora ‘sta cacchio de mafia, piddì, quer cazzaro dell’avvocato, le strade, le frazioni, quer cojone der cantante, l’appalto de ‘sto… Le solite fregne… Eqque che è? Il quartiere medievale, i fili elettrici, le scatolette, le finestre abusive, le tombine a cacchiodecane… Aò, ma che ha svinato Marietto! Sò pure annato a vedè la mostra de li disegni zozzi di quel fregno… Come se chiama? Giorgio Bocca, Boccafico… E Ammerstedamme che cacchio c’entra, che vole ‘nsinuà? Qui mica fumamo, pippamo e se bucamo, pensasse ‘mpo’ a casa sua e allamici sua, deocaro! Eppoi chi vole da noi ‘sto fregno, quella robba sta lì da li tempi di chicchenino, da quanno era sinneco ‘l mi padre! Ecchecuja! Sibbona, chiamame ‘mpo’ l’architetto Finocchi! Magguarda come uno deve ‘ncomincià la settimana, deocaro! Oh, architè, hai letto ‘sta robba? Sì? Mejo! Comunque chi dici, lo lasciamo sfogà quarche giorno e poi risponnemo? Eccerto che non è competenza nostra, questo lo sa pure lui! Allora famo così: me scrivi ‘na paginetta dove se dice che non è di nostra competenza, ma che faremo il possibile e l’impossibile pe riportà ‘l quartiere all’antichi splendori e così via… Questo ufficialmente, per il resto mo sento Rico e Maurizietto e sentimo che vole veramente Marietto… Se semo sempre messi d’accordo, pure stavolta famo uguale… Però che cacchio de modo d’inizià ‘na settimana, mannaggia a li pescetti!

(Vittorio Stress)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *