5 Dicembre 2022

cittapaese

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, giostre, supermercato, ed area concerti accanto al cimitero, l’ennesimo scandalo nella città dei sudditi mai diventati cittadini e delle tante diffuse, inquietanti “ombre”

1 min read

A Viterbo manca un piano regolatore dal 1974, comodo questo soprattutto a chi negli anni ha continuato a fare carne di macello della città. Vedete come è ridotta Viterbo, con i vincoli cimiteriali non rispettati e le aree concerto, i supermercati e le giostre piazzate in zona San Lazzaro.

Solo sudditi non cittadini con diritti civili e politici possono accettare questo penoso spettacolo di pessimo gusto di una città a pezzi per mere questioni di speculazione, di un centro storico abbandonato al degrado più totale in attesa di essere svenduto a blocchi a chissà chi.

Viterbo strozzata dalla malapolitica, dalla mancanza di un progetto che la valorizzi, dagli scandali che chissà perchè non scoppiano mai nella città dei papi, restano sempre lì nell’aria, ne senti l’odore, ma poi non scoppiano mai.

E a questo punto è lecito chiedersi se questo penoso oscurantismo non sia favorito e incoraggiato se non imposto da una criminalità organizzata ormai radicata sul territorio, checchè ne dica il sindaco Arena, che trattasi di “quattro delinquentucoli”.

Sarà, ma l’atmosfera che si respira è pessima, come una terra inquinata come minimo da una diffusissima mentalità mafiosa.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.