Home Politica Viterbo, fili e burattini, sindaco e giunta rispondono agli “ordini” del gazzettino web e diventano suoi esecutori, segnale inquietante di sudditanza delle istituzioni
Viterbo, fili e burattini, sindaco e giunta rispondono agli “ordini” del gazzettino web e diventano suoi esecutori, segnale inquietante di sudditanza delle istituzioni

Viterbo, fili e burattini, sindaco e giunta rispondono agli “ordini” del gazzettino web e diventano suoi esecutori, segnale inquietante di sudditanza delle istituzioni

0
0

In tutto il paese si discute di scuola, prevenzione per il covid 19, di lockdown parziali o totali futuri, ma il mondo è fuori: sono argomenti che non sfiorano ovviamente le classi politiche e l’informazione cittadina in tutt’altre faccende affaccendata.

Dopo che per  anni il centro storico e san Pellegrino era stato invaso e brutalizzato da rassegne mastodontiche e meno mastodontiche senza che  nessuna voce contraria si levasse,  ora il gazzettino stralocal della viterbesità pre-industriale spara il degrado della zona antica, stigmatizza i fili elettrici vaganti e via discorrendo.

Il guaio è che il sindaco, che non si è ascoltato sull’emergenza virus,  va pure a vedere lì sul posto con una delegazione del comune facendo la figura ennesima pessima di primo cittadino che evita i problemi seri e si diverte a modo suo.

E’ però inquietante che si muova per roba così insignificante che poteva tranquillamente lasciare a qualche funzionario o dirigente, se proprio voleva occuparsene.

Quindi in pratica il gazzettino stralocal condiziona in qualche modo l’attività del sindaco e degli altri componenti della giunta, che su sua indicazione fa tutto quello che le viene chiesto?

Una cosa è il peso di una informazione critica e autorevole che controlla all’americana il potere, un’altra quello che succede a Viterbo, lontanissimo da tutto ciò e sempre più inquietante.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *