Home Cultura Viterbo, figure viterbicole, povero Scarpantibus arriva sempre dopo li fochi e si “ispira” alle idee altrui
Viterbo, figure viterbicole, povero Scarpantibus arriva sempre dopo li fochi e si “ispira” alle idee altrui

Viterbo, figure viterbicole, povero Scarpantibus arriva sempre dopo li fochi e si “ispira” alle idee altrui

12
0

Dopo li fochi è una tipica espressione della lingua dei cittadini di pura razza viterbicola che definisce il ritardo cronico degli indigeni riguardo a quella o a quell’altra cosa. Esempio pratico per i meticci e gli oriundi viterbicoli: Ma come, Arena non è più sinneco? Essì, sei arrivato dopo li fochi!

In questo coerente rispetto alla sua conclamata origine di pura razza viterbicola, il Megadirettore e Megaeditore Galattico è sempre arrivato dopo li fochi, pur risultando, grazie a statistiche di dubbia attendibilità e alla bamboccesca credulità del viterbicolo medio, sempre primo (’sto sito c’ha trecentomila contatti, lo leggono tutti, deocaro!) sia sul fronte informativo che su quello culturale.

Ma non è così. In situazioni simili, lo storico e il cronista (due categorie a Viterbo attualmente appannaggio di pedestri dopolavoristi e callidi “tengo famiglia”) va a vedere le date, che sono di pubblico dominio.

Il primo sito di informazione viterbese, per la cronaca, è stato viterbocittà.it  (2002 ) e la prima rassegna di presentazione di novità librarie è stata Il Salotto delle 6 (2002), entrambi ideate dall’oriundo animatore di questo blog, che quasi dieci anni fa, nel 2013, inventò anche un format culturale, denominato Dark Italy (da cui è stato tratto un omonimo libro. copertina nella foto), in cui erano presi in esame i tanti “misteri d’Italia”.

Ora, a quanto si legge “in esclusiva” sul solito webgazzettino, il comune di Vasanello sponsorizza, con l’immancabile partnership del pirata della sedicente bellezza con accluso webgazzettino, una rassegna dedicata, guarda caso, ai tanti “misteri d’Italia”, denominata, guarda caso, Dark Side, che ha tra i promotori Marcello Altamura, pochi anni fa, guarda caso, ospite della citata Dark Italy.

Aggiungiamo, infine, che, guarda caso, l’assessore alla Cultura del comune di Vasanello è Dominga Martines, consorte del caffeinista-webgazzettinista-magnocanepinesista Giacomo Barelli, e che, guarda ancora il caso, l’originalissimo format Dark Side in tutto il resto di Italia non si avvale di alcuna collaborazione e “media partnership”.

Viterbo, tanto per cambiare, fa eccezione. Qui prosperano, chissà ancora per quanto, quelli che hanno il grande merito di “ispirarsi” alle idee altrui dopo li fochi

(12)