30 Settembre 2022

Blog Giornale Quotidiano

Viterbo, donne e violenza, Cara Signora Nori, cittapaese.it le segnala un nuovo concorso della Regione Lazio, vi partecipi e in bocca al lupo

2 min read

Cara Signora Marta Nori, conoscendo il suo impegno civico in favore delle donne e l’attivismo che la caratterizza sul tema delle violenze, oltre alla sua attenzione per i bandi regionali, ci pregiamo di avvisarla di un nuovo progetto sperimentale dell’Unitus  e Regione a tal riguardo. Certi che sarà di suo interesse le auguriamo che abbia per lei l’identico felice esito dei precedenti e lo pubblichiamo di seguito 

 

Pubblicato su Laziodisco.it ii bando per la gestione dei primi due centri antiviolenza nelle università del Lazio, che avranno sede presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza, in via dei Sardi 55/77 e presso l’Università degli studi della Tuscia, in via Santa Maria in Gradi 4, a Viterbo. Le due nuove strutture andranno ad ampliare ulteriormente la rete dei servizi antiviolenza della Regione Lazio e che oggi può contare su 28 centri antiviolenza e 12 case rifugio a indirizzo segreto, a fronte degli 8 centri antiviolenza delle 8 case rifugio presenti sul territorio nel 2013.

 

“Oggi la Regione Lazio compie un altro passo importante nel contrasto alla violenza maschile sulle donne. Il progetto sperimentale dei cinque centri antiviolenza negli atenei del Lazio trova ulteriore concretezza in questo primo bando di gara che porterà all’apertura delle prime due strutture – a Roma presso l’Università La Sapienza e a Viterbo presso l’Università della Tuscia – entro la primavera. Il contrasto alla violenza maschile impone un impegno costante e quotidiano su cui la Regione Lazio procede con instancabile determinazione”, commenta dichiara il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“Il coinvolgimento delle università del Lazio nel contrasto alla violenza di genere rappresenta un tassello fondamentale per l’ampiamento della rete antiviolenza che da anni la Regione Lazio sta costruendo e ampliando. I nuovi centri antiviolenza saranno punti di riferimento per le studentesse, per le docenti e per le donne impegnate quotidianamente negli atenei del Lazio, ma saranno luoghi aperti a tutte le donne che ne avranno bisogno”, dichiarano gli assessori regionali alle Pari opportunità della Regione Lazio, Enrica Onorati e allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione, Paolo Orneli.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.