Home Politica Viterbo, degrado e razzismo, Scardozzi e “quelli dalla pelle scura”, uscita discriminatoria e reazionaria del già discusso consigliere Fdi
Viterbo, degrado e razzismo, Scardozzi e “quelli dalla pelle scura”, uscita discriminatoria e reazionaria del già discusso consigliere Fdi

Viterbo, degrado e razzismo, Scardozzi e “quelli dalla pelle scura”, uscita discriminatoria e reazionaria del già discusso consigliere Fdi

0
0

Il consigliere di Fdi  Antonio Scardozzi definisce la zona di Viale Trento pericolosa per gli assembramenti di “persone dalla pelle scure” e così liquida lo scadimento verticale della sicurezza cittadina e della qualità della vita ormai ai minimi storici.

Se c’è una emarginazione a rischio nella città dei papi, se alcune zone vengono del tutto abbandonate a se stesse, il delegato di una protezione civile comunale sciolta e quindi il delegato alla memoria della protezione civile comunale liquida in due parole tutto, continuando a non azzeccarne una in tutte le sue uscite pubbliche,  e, a quel che si dice, neanche in quelle riservate.

E’ il manifesto vivente di una destra autoritaria e maneggiona, culturalmente più che primordiale, che rappresenta una zavorra alla crescita della città e al confronto democratico.

Una Viterbo che può scegliere liberamente se essere moderata, progressista, ma non  reazionaria (come ha scelto la giunta Arena, modello di sottosviluppo politico e  sociale inquietante e di

incapacità amministrativa gigantesca) ),  antistorica e razzista (come ha scelto l’ultrà frazionista bagnaiolo Scardozzi).

Ma in nessun caso una collettività incivile che  giudica dal colore della pelle.

(pa.bo.)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *