Home Politica Viterbo, “da Tridico a Triplico”, l'”attivista” De Carolis lascia l’ufficio di assessore e va a manifestare in piazza con Fdi, è pagato per questo?
Viterbo, “da Tridico a Triplico”, l'”attivista” De Carolis lascia l’ufficio di assessore e va a manifestare in piazza con Fdi, è pagato per questo?

Viterbo, “da Tridico a Triplico”, l'”attivista” De Carolis lascia l’ufficio di assessore e va a manifestare in piazza con Fdi, è pagato per questo?

0
0

Stamane un’altra delle elegantissime manifestazioni di Fdi si è svolta in via Matteotti, accanto all’uscita Inps: lo striscione recitava da “Tridico a Triplico” e a reggerlo erano anche assessori (sappur senza titoli) come De Carolis e consiglieri come Buzzi e Grancini.

Quindi una iniziativa di protesta per cui De Carolis lascia gli uffici comunali e va a protestare in strada, nonostante sia pagato per ricoprire un ruolo pubblico (le istituzioni sono di tutti, non sono di destra e di sinistra).

Lo stesso assessore magari, se parla di stipendi triplicati degli altri, potrebbe spiegarci come fa a triplicare (o giù di lì)  i cachet degli artisti ( pochi e sempre in una fase non particolarmente radiosa della loro carriera) che si esibiscono a Viterbo, in modo tale che il veglione di Capodanno con Demo Morselli viene a costare 60- 70mila euro (ancora un po’ di euro e si potevano chiamare i Deep Purple) e Cristicchi più di 30 mila.

Sarà una abilità tutta sua, e  beneficiati da tale sua generosità sono sempre abitanti di Rotellandia.

Rotellandia, dove si va in piazza contro il governo e poi sul territorio si governa insieme la provincia ufficialmente e molto altro ufficiosamente.

Ma se in De Carolis cresce l’attivista di partito, lasci l’assessorato alla cultura, gli assicuriamo che non sarà rimpianto.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *