Home Cronaca Viterbo, Covid Belcolle, malasanità, cittapaese.it scrive al procuratore Auriemma: “Egregio dottore, è tanta la gente che si contagia in ospedale”
Viterbo, Covid Belcolle, malasanità, cittapaese.it scrive al procuratore Auriemma: “Egregio dottore, è tanta la gente che si contagia in ospedale”

Viterbo, Covid Belcolle, malasanità, cittapaese.it scrive al procuratore Auriemma: “Egregio dottore, è tanta la gente che si contagia in ospedale”

0
0

Egregio Dottor Paolo Auriemma,

qualche giorno fa abbiamo letto, a proposito di un monitoraggio della Procura della Repubblica di Viterbo su un’eventuale diffusione del Covid nelle RSA, questa Sua dichiarazione: “Non ci sono però indagini particolari in corso. Monitoriamo tutte le rsa del territorio per quanto riguarda il Covid, ma non c’è alcuna inchiesta aperta, non ci sono fascicoli, né alcun nome sul registro degli indagati”. Se il monitoraggio delle RSA ha dato esiti finora negativi, non possiamo che esserne felici, perché ciò vuol dire che queste strutture hanno rispettato scrupolosamente i protocolli di sicurezza.

Ci permettiamo però di farLe notare che nell’ambito della sanità pubblica non tutti sembrano avere usato le stesse accortezze. Questo sito ha infatti raccolto una serie di segnalazioni sull’Ospedale di Belcolle che, a voler essere benevoli, destano preoccupazione. In mancanza o in attesa di un monitoraggio specifico della Procura da Lei diretta, non ci resta che elencare, una per una, le segnalazioni ricevute fino a questo momento.

Nell’articolo che dato il via alla nostra inchiesta, abbiamo riportato voci molto diffuse nel capoluogo circa la morte per Covid di pazienti che erano stati ricoverati a Belcolle per tutt’altre patologie. (https://www.cittapaese.it/viterbo-morire-al-belcolle-di-covid-dopo-essersi-contagiati-in-ospedale-la-tragedia-di-troppe-famiglie/). A questo proposito, Le facciamo notare che Mario Brutti e Sario Ricci, due persone molto conosciute (non solo) in città e in provincia, sono morte nel nosocomio viterbese. Le loro morti, come hanno scritto alcune fonti d’informazione, sono state accelerate da complicazioni dovute al Covid. Mario Brutti e Sario Ricci hanno contratto il virus a Belcolle?

Una donna, ricoverata al reparto di Cardiologia, è risultata positiva al Covid. Il contagio l’ha contratto tra le mura dell’ospedale? (https://www.cittapaese.it/viterbo-contagi-al-belcolle-mia-madre-entrata-in-cardiologia-per-un-pace-maker-si-e-ammalata-di-covid-testimonianza-choc-al-nostro-giornale/). E sempre nel reparto di Cardiologia è transitata un’anziana paziente in seguito morta di Covid. (https://www.cittapaese.it/viterbo-muore-unaltra-anziana-donna-al-belcolle-confermato-cluster-in-cardiologia/) Una signora di 91 anni, che era entrata a Belcolle per risolvere una patologia ortopedica, al secondo tampone è risultata positiva al Covid. (https://www.cittapaese.it/viterbo-covid-91enne-si-contagia-al-belcolle-durante-il-ricovero-e-viene-trasferita-a-civitavecchia-altro-caso-a-viterbo/).

Un caso analogo riguarda un uomo, ricoverato per un edema polmonare e poi risultato positivo al Covid. (https://www.cittapaese.it/viterbo-covid-e-malasanita-belcolle-ricoverato-per-un-edema-polmonare-si-ammala-di-covid-in-reparto-lo-sfogo-della-moglie-lo-trattano-malissimo/) E ancora: un uomo, ricoverato sempre nel reparto di Cardiologia, è risultato positivo al Covid. (https://www.cittapaese.it/viterbo-covid-malasanita-belcolle-ricoverato-per-un-intervento-al-cuore-si-ammala-di-covid-la-moglie-lospedale-non-mi-ha-chiamato-lo-ho-saputo-da-lui/)

Egregio Dottor Paolo Auriemma,

queste segnalazioni, come ha potuto leggere, sono state in molti casi raccolte dalla viva voce dei congiunti dei malati. Uomini e donne che hanno tutto il diritto di sapere perché i loro cari, nonostante le strutture ospedaliere siano obbligate a rispettare i protocolli di sicurezza proprio per evitare situazioni come queste, siano stati proditoriamente contagiati. Lo Stato, e nella fattispecie la Procura che Lei rappresenta, deve loro una risposta. Possibilmente non elusiva.

Cordiali saluti

 

(pasquale bottone e la redazione di cittapaese.it)

RispondiInoltra

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *