Home Cronaca Viterbo, Coronavirus, Vite in comune, tanto lavoro in più, ma almeno i pranzi e le cene in famiglia: la quarantena del consulente assicurativo Massimo Torelli
Viterbo, Coronavirus, Vite in comune, tanto lavoro in più, ma almeno i pranzi e le cene in famiglia: la quarantena del consulente assicurativo Massimo Torelli

Viterbo, Coronavirus, Vite in comune, tanto lavoro in più, ma almeno i pranzi e le cene in famiglia: la quarantena del consulente assicurativo Massimo Torelli

0
0

Lo smart working non ha fermato l’attività dei consulenti assicurativi neanche in tempi di quarantena da pandemia: ce lo conferma uno dei massimi esperti del settore in provincia, il noto Massimo Torelli: “Sicuramente abbiamo avuto modo di sperimentare nuove metodologie di lavoro che vanno diffondendosi sempre più e che prevedo si incrementeranno persino alla fine dell’emergenza. Chi non si è ancora adeguato o non ha intenzione di farlo rischia di essere spazzato via dal mercato”.

“A livello di produttività non siamo  giunti ancora ai livelli dei tempi normali-continua Torelli-ma questo improvviso incubo coronavius ha sicuramente convinto le persone che nella vita è meglio cautelarsi e prepararsi agli imprevisti, che nulla va dato per scontato. Non ho mai avuto tante richieste di preventivi di Rc Auto come in questo periodo, la gente è a casa e ha più tempo di valutare le nostre proposte, di decidere. Il contatto umano manca, ma non è indispensabile, e poi si guadagna tantissimo tempo, evitando spostamenti, code in auto, attese agli appuntamenti, anche i nostri collaboratori lavorano di più e meglio, con più tranquillità”.

“La mia quarantena è questa- conclude il consulente assicurativo- tantissimo lavoro, ma anche un po’di tempo in più per condividere i pranzi e le cene con la famiglia, momenti che ormai avevo dimenticato. Ho intenzione di investire ancora maggiormente in queste tecniche di consulenza a distanza, sono convinto che sono molto utili: per il dopo emergenza non sono pessimista, ci sarà tanto da lavorare, da aggiornarsi di continuo, io e i mie collaboratori già ci stiamo preparando a tutto ciò”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *