Home Cronaca Viterbo, Coronavirus, “Una mascherina presa da una busta e gettata lì senza cellophane, una vergogna”, la denuncia dell’ex dipendente provinciale Loredana Tamburino
Viterbo, Coronavirus, “Una mascherina presa da una busta e gettata lì senza cellophane, una vergogna”, la denuncia dell’ex dipendente provinciale Loredana Tamburino

Viterbo, Coronavirus, “Una mascherina presa da una busta e gettata lì senza cellophane, una vergogna”, la denuncia dell’ex dipendente provinciale Loredana Tamburino

0
0

Inutile nasconderlo, la storia delle mascherine cosiddette “swiffer” lasciate in chissà quanti esemplari alle edicole per iniziativa del Comune ha indignato molti cittadini: è sembrata una prova di inefficienza grossolana da parte di Palazzo dei Priori e anche di superficialità non da poco, al limite dell’incoscienza. Mascherine ricevute dalla Regione e consegnate così,  senza un ri-confezionamento anche minimo: “Ho avuto la fortuna di trovare un giornalaio aperto a Piazza Crispi- ci confessa Loredana Tamburino, ex dipendente della Provincia- e gli ho chiesto le mascherine che mi spettavano, due: ho visto che il signore ha messo la mano in una grande busta e ha tirato insieme le due mascherine, neanche incellophanate ognuna.  Va bene, aveva i guanti, ma che ne sapevo io se con gli stessi aveva già toccato i soldi, mah…. sono rimasta sinceramente choccata, se si può dire mi è sembrata una cosa vergognosa”.

La stessa storia nelle medesime ore si compieva in tutte le altre edicole aperte, chissà perchè a Viterbo capita sempre di vivere le situazioni peggiori, nel silenzio generale delle istituzioni.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *