Home Spettacoli Viterbo, Coronavirus, per l’estate viterbese De Carolis prepara la “prima”, pardon la “quinta” dello show del duo Masciarelli-Coniglio, a Viterbo arriva tutto in “terza visione”
Viterbo, Coronavirus, per l’estate viterbese De Carolis prepara la “prima”, pardon la “quinta” dello show del duo Masciarelli-Coniglio, a Viterbo arriva tutto in “terza visione”

Viterbo, Coronavirus, per l’estate viterbese De Carolis prepara la “prima”, pardon la “quinta” dello show del duo Masciarelli-Coniglio, a Viterbo arriva tutto in “terza visione”

0
0

Ed eccolo il fratello d’Italia Marco De Carolis, sotto al portone del suo assessorato alla cultura purtroppo diventato un assessorato di partito ( e vi spiegheremo perchè) che incontra Stefano Masciarelli in una foto (in alto) tratta dal profilo fb della social manager Serena Gargano.

Di cosa parlano i due? Probabilmente dello spettacolo “Stavamo meglio quando stavamo peggio” che Masciarelli porterà quest’estate, assieme al collega Fabrizio Coniglio, in versione drive in teatrale, nell’anfiteatro naturale dei boschi sopra Palazzo Farnese a Caprarola e a Bassano Romano   a piazza del Comune o all”anfiteatro naturale nei pressi del cimitero a Bassano Romano.

Con tutto il rispetto per le carriere e il valore artistico di livello indubbio  dei due personaggi in questione, che non devo scoprire certo io, non si riesce a comprendere perchè in Tuscia debbano girare sempre gli stessi spettacoli e i medesimi artisti come fossero “convenzionati”.

La  coppia Masciarelli-Coniglio è stata già infatti con lo stesso show nella nostra provincia il 15 dicembre 2018 al Teatro Rivellino di Tuscania e il 9 febbraio 2020 al Teatro  Caffeina, un appuntamento messo su in collaborazione, guardacaso, con il teatro Don Paoli Stefano di Caprarola.

Quest’estate due esibizioni live in provincia, altre due in due anni (se non ne abbiamo dimenticato qualcun altro), in pratica De Carolis starà organizzando più che la “prima” la “quinta” viterbese, una esclusiva assoluta.

Dovrebbe il duo Masciarelli-Coniglio preparare solo uno spettacolo ad hoc per piazza san lorenzo più che una “replica” per giustificare un tale interesse da parte del  comune di Viterbo.

Comunque gli artisti devono lavorare e fanno bene di approfittare di ogni opportunità che loro viene fornita dal management, è l’amministrazione che dovrebbe fare da filtro e tenersi aggiornato su quello che succede in Italia, ad ovest di Viterbo.

Vai a vedere quale amico degli amici o amica delle amiche di quello o quell’altro avrà proposto lo show al trio De Carolis, Capo, Grancini, che tristezza “tricolore” sa essere la vetus urbs a volte.

(pasquale bottone)

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *