Home Cronaca Viterbo, Coronavirus, Luisa Ciambella in consiglio al Sindaco: “Controlli che gli operatori sanitari colpiti dal covid siano tutti “malati sul lavoro” e “sotto copertura Inail”
Viterbo, Coronavirus, Luisa Ciambella in consiglio al Sindaco: “Controlli che gli operatori sanitari colpiti dal covid siano tutti “malati sul lavoro” e  “sotto copertura Inail”

Viterbo, Coronavirus, Luisa Ciambella in consiglio al Sindaco: “Controlli che gli operatori sanitari colpiti dal covid siano tutti “malati sul lavoro” e “sotto copertura Inail”

0
0

“E’ un momento difficile peer chiunque lavori nella sanità e vanno ringraziati tutti quelli che lavorano quotidianamente per gli altri, per salvare vite e combattere la pandemia; certo poi, passata l’epidemia,  saranno i cittadini a valutare come hanno funzionato le cose”, così ha esordito ieri Luisa Ciambella nel suo intervento in consiglio comunale, rivolgendosi poi direttamente al Sindaco per chiarimenti sulla fase 2: “Sappiamo che è la fase più difficile ed è assurdo che i nostri medici di base, quelli che sono i più vicini alle nostre famiglie, non siano stati sottoposti al Test tampone, loro che sono spesso a contatto con tutti noi e possono essere portatori inconsapevoli di virus. L chiedo di farsi portavoce presso la Asl, in  quanto massima autorità cittadina, come di chiedere alla stessa Asl di rendere più semplice l’accesso al test per tutti i cittadini che ne abbiano bisogno, non dimentichiamo che molto probabilmente dal 18 maggio le regioni saranno aperte e chi dovrà superare i confini della propria dovrà aver verificato la sua negatività al coronavirus e poterla dimostrare”.

“L’ultima cosa che sento di doverle chiedere poi aver informazioni, signor sindaco- ha poi concluso la Ciambella- è quanti sono i lavoratori della sanità ammalati di coronavirus che hanno visto denunciata la loro condizione alla Inail come malattia sul lavoro. Oltre che encomiarli come “angeli” dobbiamo controllare che siano  stati ben tutelati e coperti nel corso del loro encomiabile sforzo”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *