Home Cronaca Viterbo, Coronavirus: lo scandalo perpetuo dell”informazione di regime”, il “paese fuori dal mondo” dove le istituzioni danno anticipazioni di notizie e interviste di interesse generale ad una sola testata
Viterbo, Coronavirus: lo scandalo perpetuo dell”informazione di regime”, il “paese fuori dal mondo” dove le istituzioni danno anticipazioni di notizie e interviste di interesse generale ad una sola testata

Viterbo, Coronavirus: lo scandalo perpetuo dell”informazione di regime”, il “paese fuori dal mondo” dove le istituzioni danno anticipazioni di notizie e interviste di interesse generale ad una sola testata

0
0

Viterbo città dove può succedere di tutto, anche che una testata pretenda il monopolio dell’informazione su casi di interesse nazionale e addirittura mondiale come il coronavirus: nel paese che stenta a diventare città  e forse non vuol diventarlo molte istituzioni e politici preferiscono assecondare l’originalissima considerazione che ha del pluralismo delle voci  e dei punti di osservazione un giornalista rigidamente locale che non fa altro che sbandierare dati “record”sulle visite ricevute senza neanche pubblicare tra l’altro gli screenshot delle pagine delle statistiche che lo evidenziano ( come se noi scrivessimo così sul sito un giorno che abbiamo avuto la sera precedente 1 milione di visite, potremmo dirlo no? Ma abbiamo senso del ridicolo).

Ma Viterbo evidentemente deve funzionare come un sistema di paese dove uno può fare quello che vuole, che gli pare e piace e sindaci, prefetti, questori assecondano ogni suo desiderio di grandezza stracittadina.

Ovviamente succede nella città dei papi e sono situazioni su cui un regista di commedie all’italiana come Mariano Laurenti  potrebbe fare tutt’oggi  sicuramente un film con un Bombolo (del terzo millennio,  qualcuno che lo  interpreti  lo troverebbe di  sicuro…) magari nei panni dell’abitante della Tuscia atipico che si esprime con linguaggio a sè e fa di testa sua come da provenienza.

Cose che succedessero in qualsiasi altra città ci sarebbero i fischi e i pernacchi per un malcostume del genere, ma a Viterbo, dove l’arretratezza culturale è solo direttamente proporzionale all’arroganza di qualcuno accade persino che il Prefetto conceda un’intervista al giornale più letto nel mondo (viterbese only) il giorno prima di una conferenza stampa generale in prefettura sul corona virus.

Si tratta di un  comportamento gravemente scorretto che restituisce l’immagine di un regime viterbese dove la libera circolazione di notizie viene impedita da favoritismi inconcepibili e di non comprensibile natura.

(pasquale bottone)

 

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *