Home Politica Viterbo, Consiglio comunale, mafia viterbese, Luisa Ciambella: “Sindaco, scegliere la legalità è anche dire la verità su Talete”
Viterbo, Consiglio comunale, mafia viterbese, Luisa Ciambella: “Sindaco, scegliere la legalità è anche dire la verità su Talete”

Viterbo, Consiglio comunale, mafia viterbese, Luisa Ciambella: “Sindaco, scegliere la legalità è anche dire la verità su Talete”

0
0

Nel corso del consiglio comunale di ieri 24 settembre ampia pagina dedicata alla mafia viterbese e all’aspra polemica  tra il sindaco Arena e il consigliere Barelli riguardo i  possibili condizionamenti esercitati dalla malavita organizzata sul risultato delle elezioni a favore del centrodestra ( https://www.cittapaese.it/viterbo-comunali-2018-possibili-condizionamenti-mafiosi-arena-unto-del-signore-non-risponde-e-indignato-demonizza-lopposizione/).

Più tardi nel dibattito è intervenuta anche la capogruppo Pd Luisa Ciambella che ha invitato il sindaco ad una maggiore attenzione suol tema: “Sono anni, ha esordito-che le chiedo, l’ho fatto molte volte,  di non sottovalutare il peso delle infiltrazioni mafiose, ormai radicate sul territorio, è inutile che ce lo nascondiamo. Era necessario che si intraprendesse da tempo un percorso virtuoso di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla crescita della illegalità nella nostra città, avremmo già dovuto introdurre dibattiti nelle scuole, informare i più giovani, combattere il malaffare con decisione, con la cultura, la mobilitazione di noi tutti assieme alla società civile, l’intervento netto di questo consiglio e di tutta la sua amministrazione. Vedo che invece siamo ancora alle polemiche di fuoco, alle sue autodifese irruente che io capisco, come la sua rabbia e la sua indignazione di uomo che si trova addosso una accusa terribile, ma i contenuti di una discussione utile e chiarificatrice per i cittadini nel suo discorso  non li ho visti”.

“Scegliere la legalità-ha continuato poi la Ciambella-  non riguarda solo la lotta alla mafia, che resta comunque importantissima, ma anche propendere per la trasparenza, il rispetto degli altri, l’etica dei comportamenti, l’apertura al confronto  di una amministrazione. A tal proposito spesso lei ha risposto alle mie interrogazioni con dei vaghi “le farò sapere” che non hanno poi avuto seguito e il suo non mi è sembrato,  ad essere sinceri,  un atteggiamento  che merita un pubblico encomio. L’ho interrogata più volte su Talete, lei sa quanta gente in questi mesi di crisi ha problemi a pagare bollette spesso carissime, e lei è sempre caduto dalle nuvole, ha promesso una chiarezza che non è mai arrivata, anche questo, rispondere quando si è chiamati in causa, è amore per la legalità, signor sindaco”.

“Per questo le chiedo ancora  una volta su Talete- ha poi concluso la coordinatrice regionale di Base Riformista-, sento voci di nuove assunzioni in arrivo, nonostante la crisi economica pesantissima, mi può illuminare al riguardo, vogliamo dire la verità ai cittadini, specie a quelli più indifesi, non crede sia il caso di ribellarsi ai soprusi e al silenzio che opprime le coscienze?  Metta in questo suo attivarsi per cortesia la stessa enfasi che prima ha messo  nel difendersi dalle  accuse che l’hanno ferita: scelga la legalità dei fatti, da ora in poi, per cortesia”.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *